Pagamenti PA, Angelucci: "Escludere le Regioni commissariate mette a rischio l'IT"

ASSINFORM

Il presidente di Assinform lancia l'allarme: "Una decisione che penalizza le imprese labour intensive e che può compromettere l'occupazione"

“L’esclusione delle 4 Regioni commissariate (Campania, Calabria, Molise, Lazio) dai decreti per accelerare i pagamenti delle pubbliche amministrazioni, è un’ingiustificata e inaccettabile penalizzazione per le imprese che lavorano in  questi territori producendo ricchezza e occupazione”. Lo dichiara in una nota il presidente di Assinform Paolo Angelucci, sottolineando che “in particolare le  imprese IT, le quali sono “labour intensive”, vengono messe in ulteriore crisi, con rischi importanti sui livelli occupazionali,  in quanto già gravate da una  una fiscalità penalizzante per il settore Ict (dall’Irap all’Iva più pesante per l’editoria digitale) e da un accesso al credito oneroso. Chiediamo perciò a Governo e Parlamento che ci sia un ripensamento in modo da eliminare questa palese discriminazione”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 23 Maggio 2012

TAG: paolo angelucci, assinform, pagamenti, regioni

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store