Audiweb, con "Objects video" si misurano i contenuti

RILEVAZIONI

Per la prima volta via al sistema di rilevazione dei video. Con la stream view sarà possibile capire quanto gli utenti restano a guardare. Nuove chance di biz per il mercato della pubblicità

di F.Me.

Audiweb misura anche i contenuti video. La società lancia Audiweb Objects Video, l’estensione del sistema di rilevazione che consente di misurare per la prima volta anche la fruizione dei contenuti video presenti su internet.

Con Audiweb Objects Video viene introdotta una nuova metrica di misurazione: la “stream view”, ovvero la fruizione effettiva di un video da parte di un utente attraverso un player, un dato che consente di determinare le opportunità di contatto/esposizione pubblicitaria (OTS)  ai contenuti video. In questo modo Audiweb offre al mercato report puntuali e obiettivi sulla quantità dei video visualizzati (stream views), sul tempo speso in media e tutte le informazioni socio-demografiche sugli utenti utili per una migliore comprensione delle dinamiche di fruizione del mezzo e per la sua pianificazione.

Il sistema prevede l’introduzione di uno speciale ‘tag’ (codice) nei contenuti, in grado di interagire con il meter dei componenti del panel. I dati vengono poi sottoposti agli stessi processi di fusione e ponderazione applicati a tutti gli altri dati di audience.

La metodologia consentirà in futuro di misurare le audience e le Ots originate da applicativi e oggetti, come, ad esempio, le applicazioni flash e social e i siti sviluppati in Html5 che non possono essere misurati attraverso la metrica delle “pagine viste”.

“La rete è per sua natura in continua evoluzione e i siti vengono sempre più realizzati con tecnologie non misurabili con la metrica delle pagine viste. A titolo di esempio ricordiamo i video player, l'Html5, le applicazioni Flash e social - spiega  Enrico Gasperini, presidente di Audiweb - Fin dalla prima fase del sistema Audiweb abbiamo sviluppato una metodologia ‘ibrida’  innovativa che è stata poi adottata anche in altri Paesi. Ora con Audiweb Objetcs Video estendiamo il sistema per offrire al mercato una ricerca che, per la prima volta, aggiunge nuove metriche più complete con cui misurare le audience. Il prossimo obiettivo sarà l’estensione della ricerca a nuove tipologie di applicazioni e agli schermi tablet e mobile”.

La rilevazione Audiweb Objects Video parte con la misurazione dei dati di audience dei primi editori che hanno aderito al servizio: Gruppo Editoriale L'Espresso (La Repubblica TV ), Il Sole 24 ore (De Agostini by Day e Sky), Rai, RCS (Corriere della Sera, Gazzetta dello Sport e Lei Web) ed è in corso la fase di verifica tecnica per l’ingresso nella rilevazione di numerosi altri brand editoriali.

La rilevazione, realizzata in partnership con Nielsen, è iniziata dal mese di gennaio 2012, e i dati sono disponibili da oggi su Audiweb Database (planning database) e su Audiweb View (report mensile) con le stime della fruizione da parte degli Italiani dai 2 anni in su che si collegano attraverso un computer da casa, ufficio o altri luoghi.

In base ai dati mensili Objects Video di maggio 2012, si registra un’audience di 6,3 milioni di utenti che hanno visualizzato almeno un contenuto video online su uno dei siti degli editori iscritti al nuovo sistema di rilevazione (il 22,5% dell’audience online del mese), con un totale di 49,8 milioni di stream views (video fruiti nel mese) e una media di 30 minuti e 56 secondi di tempo speso per persona nella fruizione di contenuti video online.

Analizzando più in dettaglio i dati nel giorno medio, si registrano 1,6 milioni milioni di stream views totali (video fruiti) della durata media di 3 minuti e 55 secondi, fruiti da 671 mila utenti che hanno dedicato alla visione dei contenuti video 9 minuti e 23 secondi per persona nel giorno medio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 17 Luglio 2012

TAG: audiweb, objects video, nielsen, enrico gasperini

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store