Apple, la frenata dell'iPhone pesa sui conti

TRIMESTRALE

Ricavi a 35 miliardi di dollari (+23%) e utili a 8,8 miliardi (+21%) nel terzo trimestre, ma la crescita è inferiore alle stime degli analisti. Boom dell'iPad con 17 milioni di pezzi venduti (+84%. Debutta Mountain Lion, l'Os in sintonia con il mondo mobile

di Paolo Anastasio

Frenano le vendite dell'iPhone, in attesa del lancio del nuovo modello entro l'anno. Decollano invece le vendite di tablet, che in un anno aumentano dell'84%. Questi i dati salienti della trimestrale di Apple ha chiuso il terzo trimestre dell’anno fiscale al 30 giugno con ricavi per 35 miliardi di dollari, in aumento del 23% rispetto ai 28 miliardi dello stesso periodo del 2011. L’utile netto è di 8,8 miliardi, pari a 9,32 dollari per azione, in aumento del 21% rispetto a 7,3 miliardi, pari a 7,79 dollari per azione di un anno fa. Ma nonostante la crescita a doppia cifra, il risultato è inferiore alle attese degli analisti: il mercato aveva previsto ricavi per 37,5 miliardi e un utile per azione di 10,37 dollari.

A deludere il mercato sono le vendite dell’iPhone: nel terzo trimestre sono stati venduti 26 milioni di melafonini, il 28% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ma in contrazione del 26% rispetto ai 35 milioni di esemplari venduti nel trimestre precedente. Il lancio del nuovo iPhone 5 dovrebbe arrivare entro fine anno e gli analisti nel frattempo mettono in conto per i prossimi mesi un ulteriore calo fisiologico di acquisti dell’iPhone 4S, in attesa del nuovo melafonino.  Il Ceo Tim Cook ha confermato che in autunno sarà lanciato sul mercato il nuovo sistema operativo iOs 6.

Ottima performance invece sul fronte dei tablet:  nel terzo trimestre, anche grazie all’iPad 3, Apple ha venduto 17 milioni di iPad, l’84% in più rispetto allo stesso periodo del 2011.

Per finire, Apple ha venduto 4 milioni di Mac con un aumento del 2% e 6,8 milioni di iPod, in calo del 10%. Per il quarto trimestre Cupertino prevede ricavi per 34 miliardi di dollari e un utile per azione di 7,65 dollari.

Il chief financial officer Peter Oppenheimer ha annunciato per il 16 agosto il pagamento di un dividendo di 2,65 dollari. “Continuiamo ad investire nella crescita del nostro business e siamo felici di dichiarare oggi un dividendo di 2,65 dollari per azione' mette in evidenza, precisando che sulle vendite di iPhone pesano le 'speculazioni' sull'arrivo di nuovi prodotti”, ha detto Oppenheimer.

“Siamo entusiasti delle vendite record di 17 milioni di iPad nel trimestre di giugno”, ha detto il Ceo Tim Cook, annunciando l'arrivo a ore di Mountain Lion.

Un'evoluzione del precedente sistema operativo, di cui raccoglie l'eredità e ne amplia le caratteristiche puntando ad una direzione sempre più chiara: debutta Os X Mountain Lion, che punta alla sinergia con il mondo mobile, con la Apple Tv ma anche a una forte integrazione con i social network e il cloud. Dopo il lancio alla conferenza degli sviluppatori Apple dell'11 giugno, oggi è il giorno dell'aggiornamento del sistema operativo per Mac. Il Leone di Montagna, prende così il posto di Lion annunciato un anno fa con lo stesso copione di oggi, esattamente dopo i risultati finanziari del terzo trimestre.
Questa nuova versione del sistema operativo integra oltre 200 novità rispetto al "vecchio" Lion, al costo di 15,99 euro (l'aggiornamento dello scorso anno quotava 24,99). Sarà disponibile da oggi tramite il negozio multimediale Mac App Store. Tenendo conto che tra Italia e California ci sono nove ore di fuso orario, la disponibilità da noi dovrebbe arrivare in serata.

Tra le funzioni più interessanti del Leone di Montagna ci sono una maggiore integrazione con iCloud, Gatekeeper per gestire cosa installare e da dove, il Notification Center con accesso a tutti gli avvisi da Mail, l'integrazione con Twitter e Facebook, la dettatura vocale, Safari migliorato con nuove funzioni di navigazione e il Game center che viene direttamente dal mondo mobile (si può usare l'account di iOs o crearne uno nuovo per giocare e sfidare chiunque abbia un altro Mac, iPad, iPhone o iPod touch).
Tra le novita' c'è "Messaggi" che prende il posto di "iChat", la messaggistica istantanea di Cupertino sin dal 2002. L'applicazione - simile all'omologa per iOs, il sistema operativo mobile il cui aggiornamento arriva in autunno - permette di inviare messaggi anche ad iPad, iPhone e iPod Touch. In pratica, tutto è sincronizzato: si può iniziare a scrivere un messaggio su Mac e continuarlo su iPad o un altro dispositivo. Cambiano nome anche iCal e Rubrica (Calendario e Contatti). In Mountain Lion c'è anche la funzione Promemoria per segnare eventi importanti da ricordare ad una certa data o quando il proprio iPad, iPhone, iPod touch o Mac raggiunge o lascia un determinato luogo.

Nel processo di integrazione del mondo Apple rientra anche la tv: con AirPlay Mirroring disponibile su Mountain Lion, infatti, lo schermo di un pc può essere condiviso con un televisore cui sia collegata una Apple tv. In pratica, quello che accade sul Mac puo' essere visto, wireless, direttamente sul televisore in alta definizione.
Insomma, l'integrazione con il mobile è sempre più profonda anche se Os X Mountain Lion resta comunque un sistema basato su mouse. Sarà interessante capire come e se riuscirà a scompaginare le preferenze degli utenti Windows 8, il sistema operativo di Microsoft che arriverà in autunno, più orientato verso le interfacce touch.


 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 25 Luglio 2012

TAG: apple, iphone, iphone 5, iphone 4s, tim cook, ipad 3, mac, ipod, peter oppenheimer

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store