WimLive, ecco come valorizzare il live streaming

IL SERVIZIO

WimLabs lancia il servizio sulla piattaforma WinTv. Leonardo Chiariglione: "Rendiamo remunerativi gli eventi trasmessi"

di Giampiero Rossi

Si chiama WimLive ed è il nuovo servizio lanciato dalla società WimLabs che va aggiungersi ai servizi già esistenti sulla piattaforma WimTv.

WimLive –spiega Leonardo Chiariglione, ceo di WimLabs offre un supporto, finora carente, alla valorizzazione economica di eventi (sportivi, concerti, conferenze, lezioni) trasmessi in modalità live”.

Il servizio prevede sia il caso in cui lo streaming sia “free”, sia il caso in cui l’entità che organizza un evento (Event Organiser) coincide con quella che lo distribuisce a pagamento (Event Reseller), sia il caso in cui le due entità siano distinte.

Mediante opportune pagine di amministrazione offerte dal servizio WimLive, un Event Reseller può gestire il proprio programma di eventi, di comune accordo con l’Event Organiser (che può essere lo stesso Corriere o una società terza), impostando per ognuno di questi vari parametri quali il giorno e l’ora d’inizio, la durata, l’Url a cui sarà disponibile l’evento, il prezzo e le percentuali per la ripartizione degli incassi tra le due entità.

Per ogni singolo pagamento ricevuto da un fruitore dell’evento, WimLabs tratterrà la quota concordata per il suo servizio ed automaticamente accrediterà le quote prestabilite sui conti PayPal delle due entità. Da questo si vede, come annunciato sopra, che WimLive apre davvero nuove possibilità di valorizzare eventi da cui prima era difficile ottenere un ritorno economico.

 “A differenza di quanto già fanno altri siti – sottolinea Chiariglione - che offrono servizi simili WimTv è in grado di ripartire ogni singolo pagamento alle parti che ne hanno diritto, così come documentato nella licenza associata al contenuto”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 03 Agosto 2012

TAG: wimlive, wimlabs, wimtv, leonardo chiariglione

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store