Moretti (Fs): "Ict e green economy siano bussola per l'Italia"

INNOVAZIONE

L'ad di Ferrovie dello stato: "Serve una forte inversione di cultura economica e industriale"

di F.Me.

"Scommettere sul futuro e chiedere una forte brusca inversione di cultura economica e industriale, cercando di far sì che quelli che ancora per noi non sono stati presi come punti di riferimento fondamentali, Green economy e Ict, diventino anche per l'Italia bussole per poter rinnovare in campo produttivo ed economico". E' questo, per l'amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, il significato del patto per l'ambiente siglato oggi ad Assisi con il ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, per l'aumento del trasporto di merci su ferro.

Un "patto storico", perché, secondo Moretti, "dobbiamo cambiare il nostro stile di vita, dobbiamo essere più rispettosi del territorio, usare meno energia, usarla bene perché è limitata e i nostri figli hanno diritto anche loro di avere la loro quota pero' soprattutto - ha aggiunto - dobbiamo fare in modo che attraverso il cambiamento dello stile di vita vengano fuori anche delle innovazioni importanti che si traducano in fatti economici e in risultati industriali.

"Green economy - ha sottolineato l'ad di Fs - è una cosa che i paesi più evoluti stanno seguendo, sostenuti dai governi: noi dobbiamo fare la stessa cosa". Come si fa ad aumentare le merci su rotaia? "Semplicissimo - ha risposto Moretti - siamo il paese più liberalizzato d'Europa, dobbiamo applicare politiche dei trasporti come fanno gli altri paesi".

©RIPRODUZIONE RISERVATA 20 Settembre 2012

TAG: mario moretti, ferrovie dello stato, assisi, corrado clini, ministro ambiente, ict, green economy

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store