Costolo (Twitter): "Niente Ipo e non siamo in vendita"

SOCIAL NETWORK

Il Ceo spegne le voci di un possibie sbarco a Wall Street: "Resteremo indipendenti"

di Paolo Anastasio

Twitter non intende sbarcare in Borsa nel breve termine e non è in vendita. Lo ha detto il Ceo Dick Costolo in un’intervista alla Cnbc, sgomberando così il terreno da voci di una prossima Ipo del social network a Wall Street: “I tempi non sono maturi”.

Ogni discussione su una Ipo è “una decisione che prenderemo quando saremo convinti che è il momento giusto di farlo”. Il numero uno di Twitter spegne le voci di una possibile vendita dell’azienda: “Resteremo indipendenti”. Il social del cinguettio conta 140 milioni di utenti registrati, la maggior parte dei quali negli Usa. Secondo stime recenti, un americano su sette usa Twitter e l’8% degli utenti registrati ci va tutti i giorni.  

L'azienda, intanto, continua a fare proseliti soprattutto nel settore mobile. Twitter raccoglierà quest’anno più soldi di Facebook nel mercato del mobile advertising statunitense. Lo rende noto eMarketer, società di analisi specializzata, secondo cui Twitter nel 2012 raggiungerà ricavi per 130 milioni di dollari dal mobile advertising a fronte dei 73 milioni di dollari di Facebook. Negli Usa Twitter conta 32 milioni di utenti medi mensili compreso ogni genere di device disponibile per navigare, a fronte dei 70 milioni che Facebook può vantare soltanto nel segmento degli smartphone. C'è da dire che Facebook però è entrata soltanto quest’anno nel mercato del mobile advertising.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 27 Settembre 2012

TAG: twitter, dick costolo, ipo, cnbc, facebook, emarketer

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store