Nokia, bond da 750 milioni per fare cassa

LA CRISI

L'offerta è riservata a investitori istituzionali. E il rendimento è fissato fra il 4,25% e il 5%. Intanto via al Lumia 510, il cellulare da 199 dollari destinato a Asia-Pacifico e Sudamerica

di L.M.

Nokia ha lanciato l'offerta di un bond convertibile non garantito con scadenza 2017, per un valore di 750 milioni di euro. Le obbligazioni corrispondono un rendimento dal 4,25% al 5%. La sottoscrizione delle obbligazioni è riservata ad investitori istituzionali. Il programma è di usare i fondi per le varie scadenze del debito che viene a maturazione, mantenendo gli attuali fondi. Le negoziazioni del bond paritre il 26 ottobre presso il mercato di Francoforte.

L'obiettivo della casa finlandese è raccogliere liquidità in vista delle scadcenze a breve termine. Nokia brucia 600 milioni di euro ogni tre mesi.  La disponibilità di cassa è passata da 4,2  a 3,6 miliardi di euro da giugno a settembre. 

Nel contempo, Nokia ha presentato il suo smartphone più economico destinato ai mercati emergenti. Si chiama Lumia 510, è basato sulla piattaforma Windows Phone 7.5, costa 199 dollari e sarà venduto a partire dal mese prossimo in Asia-Pacifico (in primis India e Cina) e in Sudamerica.

Il Lumia 510 ha uno schermo di quattro pollici (10,16 cm), viene proposto in vari colori (rosso, giallo, turchese, bianco e nero) ed è molto meno costoso del nuovo Lumia 920, che in Italia sarà proposto a 599 euro.

“Con il Nokia Lumia 510 – ha detto Jo Harlow, alla guida della divisione smartphone dell’azienda finlandese – continuiamo a perseguire l’obiettivo di portare gli Windows Phone a nuovi livelli di convenienza economica”.

Il produttore scandinavo - che lo scorso 18 ottobre ha chiuso il sesto trimestre di seguito in rosso – punta a sedurre gli attuali clienti dell’iPhone di Apple e dei devices con sistema operativo Android di Google. Gli esperti sottolineano che, se riuscirà a convincere la clientela dei Paesi emergenti a passare a Windows, potrà fronteggiare meglio i competitors e magari aumenterà le possibilità che gli attuali utenti del Lumia meno costoso si spostino in futuro verso prodotti Nokia più cari e pregiati.

Prima dell’arrivo dell’iPhone, Nokia controllava più del 50% del mercato dei cellulari nel mondo. L’anno scorso l’azienda ha deciso di rottamare Symbian, il vecchio sistema operativo, puntando tutto su Windows di Microsoft. Per ora la scommessa sembra perduta: secondo stime di Gartner, i Windows Phones nel secondo trimestre avevano una quota del 2,7% a fronte dell’83% controllato da iPhone e dai dispositivi che girano su Android.

Se pure Nokia ha venduto nell’ultimo trimestre soltanto circa 2,6 milioni di Lumia (un netto calo rispetto ai 4 milioni dei tre mesi precedenti), nello stesso periodo ha piazzato circa 76,6 milioni di semplici telefoni cellulari principalmente fuori dall’Europa e dal Nord America, registrando un aumento del 4,2% rispetto al trimestre precedente.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 23 Ottobre 2012

TAG: Nokia, Lumia 510, Windows Phone 7.5, Lumia 920, Apple, Android, Google, Symbian, Gartner, Windows Phones, bond

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store