CloudPeople e Corriere delle Comunicazioni uniti in nome delle smart city

L'ACCORDO

Il Corriere delle Comunicazioni diventa content provider della community di Telecom Italia. Nella sezione sulle città intelligenti, articoli e approfondimenti dedicati. Il direttore Campesato: "Orgogliosi della collaborazione, CloudPeople punto di riferimento per aziende e PA". Logli (Telecom Italia): "Fonte autorevole, il nostro lavoro diventerà più incisivo".

Il Corriere delle Comunicazioni diventa content provider del portale CloudPeople, insieme al Sole 24Ore e Gartner Group. In particolare, nella sezione del sito dedicata alle Smart City sarà possibile scaricare molti articoli sul tema pubblicati negli ultimi anni dal quindicinale Corriere delle Comunicazioni. Il portale, inoltre, ospiterà nuovi articoli dedicati al rapporto tra Cloud e Smart City realizzati dalla redazione della rivista e del sito www.corrierecomunicazioni.it.

“Siamo orgogliosi di questa collaborazione - afferma Gildo Campesato, direttore del Corriere delle Comunicazioni – perché CloudPeople in pochissimo tempo è diventato un punto di riferimento fondamentale per le aziende e la pubblica amministrazione e rappresenta di fatto la più autorevole community italiana dedicata alla nuvola. Questa iniziativa si aggiunge alle partnership editoriali del Corriere delle Comunicazioni anche a livello internazionale come la fornitura di servizi per il portale Factiva.com che fa capo al gruppo Dow Jones”.

CloudPeople  è la community di Telecom Italia pensata per diffondere la cultura e la conoscenza sul Cloud Computing nel nostro Paese e favorire l’interazione tra   accademici, ricercatori, esperti di Ict, opinion maker e manager delle principali aziende e pubbliche amministrazioni italiane e internazionali.

Il lancio della sezione dedicata alla Smart City ha l’obiettivo di aprire una riflessione sul rapporto tra Cloud Computing e città del futuro; mettendo a confronto idee, capacità ed esperienze dei diversi attori che popolano a più livelli l'ecosistema delle Città Intelligenti.

Un intento sottolineato da Marcella Logli, responsabile Comunicazione Top Clients e Public Sector di Telecom Italia: “Dallo sviluppo del Cloud Computing nasce anche quello delle Smart City. L’apertura di una sezione su CloudPeople dedicata alle città intelligenti ha l’obiettivo di fotografare un percorso che il nostro Paese ha già avviato e su cui sta puntando in maniera significativa. E la collaborazione con una fonte autorevole come il Corriere delle Comunicazioni renderà il nostro lavoro decisamente più incisivo”.

Parlare di Smart City oggi non significa interrogarsi su progetti futuribili ma porsi domande concrete sulla direzione da dare allo sviluppo delle nostre città. Uno sviluppo fatto di innovazione, efficienza, rispetto per l'ambiente ma anche pensato per i cittadini e le aziende che in quelle città "vivono". Quindi mobilità, efficienza energetica, viabilità, ma anche welfare, turismo, servizi alle imprese, commercio.

Esiste lo spazio per una visione italiana del concetto di Smart City? E se sì, che ruolo può avere il cloud computing nel processo di sviluppo delle città del futuro?

A queste e molte altre domande CloudPeople cerca di rispondere con l'aiuto ed il contributo di amministratori locali, aziende, enti pubblici e privati, associazioni di categoria e di tutti quelli che avranno voglia ed interesse a condividere le proprie.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 16 Novembre 2012

TAG: cloudpeople, telecom italia, corriere delle comunicazioni, gildo campesato, marcella logli, smart city cloud

Articoli correlati

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store