Zynga e Facebook, separazione "di fatto"

LA SEPARAZIONE

Rinegoziato il contratto stretto due anni fa. Fine dell'esclusiva reciproca: la società di games non sarà più costretta a sviluppare giochi solo per Fb. E il social network potrà lanciare prodotti “fatti in casa”

di Luciana Maci

Zynga e Facebook hanno allentato i legami attraverso un accordo già definito dagli esperti una "separazione di fatto". Con un emendamento al contratto che le lega fino al 13 maggio 2015, le due società hanno stabilito che la piattaforma di social games non dovrà più mostrare pubblicità di Fb o sviluppare i propri giochi esclusivamente per la piattaforma del colosso fondato da Mark Zuckerberg. In sostanza sarà considerata come qualsiasi altro sviluppatore.

Per contro Zynga non potrà più utilizzare il social network per la “cross-promotion” dei suoi games, ovvero non potrà più piazzare le pubblicità del sito Zynga.com all’interno dei giochi presenti sulla piattaforma di Facebook. Per esempio, se un utente sta giocando a Farmville 2 su Fb, non vedrà più apparire, come accadeva finora, un messaggio pubblicitario che lo invita a provare lo Zynga Poker su Zynga.com in cambio di crediti per Farmville 2.  Ne deriva che il gruppo specializzato in giochi online non potrà più pubblicizzare su Facebook aggiornamenti dei propri games che collegano in automatico al sito di Zynga.

Commentando l’accordo, depositato al Sec (ente Usa di vigilanza sulla Borsa) e destinato a entrare in vigore la prossima settimana, il “re” dei social network ha fatto sapere che in questo modo “l’uso della piattaforma di Facebook da parte di Zynga.com sarà governato dalle stesse regole del resto dell’ecosistema. Continueremo a lavorare con Zynga come con tutti gli altri sviluppatori del suo livello”. Per conto di Zynga ha parlato il Chief Revenue Officer, Barry Cottle, affermando che l’emendamento al contratto “lascia andare la company in un’altra direzione, oltre Facebook”.

L’anno scorso Zynga è stata quasi completamente dipendente da Facebook per i  ricavi. Quest’anno la dipendenza si è allentata, ma nell’ultimo trimestre fiscale ha comunque registrato l’80% dei ricavi derivanti da Fb. Al contrario il contributo al fatturato di Facebook da parte di Zynga è stato nell’ultimo quarter solo del 43%.  

È da tempo che sia Facebook sia Zynga fanno intendere di non essere soddisfatti dell’alleanza stretta due anni fa: Zynga non ha visto crescere a sufficienza i propri games sulla piattaforma sociale e ora vorrebbe puntare sui giochi per smartphone, mentre Fb non ha ricavato i vantaggi previsti e probabilmente ritiene di avere sviluppatori con idee migliori per nuovi social games.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 30 Novembre 2012

TAG: Zynga, Facebook, social games, Mark Zuckerberg, Farmville 2, Zynga.com, Barry Cottle

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store