Stm, Moody's taglia il rating

SEMICONDUTTORI

Rivisto al ribasso da Baa1 a Baa2 l'outlook della società, dopo l'annuncio del nuovo piano strategico che prevede l'uscita dalla joint venture ST Ericsson

di P.A.

Moody's ha tagliato il rating di StMicroelectronics (Stm) a Baa2 da Baa1, dopo che il gruppo ha reso noto il 10 di dicembre l'aggiornamento del suo piano strategico. e l'intenzione di uscire dalla joint venture ST-Ericsson nel 2013. L'outlook è stato cambiato a "stabile" da "negativo". "La misura che abbiamo deciso - rende noto l'agenzia di rating - riflette il minor miglioramento della performance sia nelle attività interamente controllate da St che in quelle della joint ST-Ericsson rispetto alle nostre attese iniziali".

Lunedì scorso StMicroelectronics (Stm) ha annunciato un nuovo piano strategico, con la focalizzazione su cinque linee di business, e l’uscita dalla joint venture ST-Ericsson entro il terzo trimestre del 2013. L’obiettivo del fornitore di semiconduttori è raggiungere un margine operativo del 10%.

Carlo Bozotti, presidente e amministratore delegato di ST ha dichiarato: "Oggi annunciamo la nuova ST, in linea con il nuovo contesto del mercato, sulla base del quale abbiamo preso la decisione di uscire da ST-Ericsson dopo un periodo di transizione. Continueremo a sostenere ST-Ericsson come partner nella supply chain e nelle tecnologie di processo avanzate e come fornitore di proprietà intellettuale nel campo dei processori applicativi".

“La nuova ST - ha concluso Bozotti - sarà più focalizzata, più snella e meglio posizionata per apportare valore ai nostri clienti e ai nostri azionisti, con l'obbiettivo di realizzare rapidamente margini operativi intorno al 10%".
 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 14 Dicembre 2012

TAG: moody's, STMicroelectronics, Stm, ST-Ericcsson, Carlo Bozotti, semiconduttori

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store