Microsoft, con Office 365 rivoluzione utente-centrica

SOFTWARE

Svolta cloud per il software con il debutto del nuovo pacchetto che porta al consumatore finale le stesse potenzialità offerte al mercato delle imprese. Il servizio è in abbonamento

di Piero Todorovich

Non più con i file importanti sparpagliati su pc, tablet e telefonino, preoccupazioni per gli aggiornamenti software o ancora per la mancanza di spazio. Con Office 365 Home Premium Microsoft promette anche ai consumatori finali le capacità d’integrazione software-servizi di rete già offerta da qualche tempo sul mercato delle imprese. Un passo verso un modello d’informatica che non ha più al centro il pc ma l'utente e i suoi dati. “Il mondo è cambiato, l’accesso mobile ai dati ha cambiato le aspettative degli utenti e reso fondamentale l’integrazione con funzioni di comunicazione e interazione sociale - spiega Vieri Chiti, responsabile Microsoft per Office 365 in Microsoft -, per questo Office è stato reinventato dopo 25 anni di vita e un miliardo di utenti”.

Office 365 Home Premium è innanzitutto un servizio offerto in abbonamento annuale che comprende le versioni più recenti di tutte le applicazioni Office che sono legalmente usabili su più dispositivi e da più persone nell’ambito della stessa famiglia, fino a un massimo di cinque dispositivi tra tablet Windows, pc e Mac, con uno spazio di archiviazione condiviso SkyDrive (storage in cloud) di 30GB.

“E’ un software che si aggiorna da solo e che consente di passare dallo smartphone al tablet o desktop ritrovando gli stessi documenti su cui si stava lavorando, ma anche con cui è possibile accedere ai propri dati dal computer di un internet café, prestato da un amico, o da un sistema Android”, precisa Chiti. Una reinvenzione, insomma, nell’accesso a dati e applicazioni, che promuove modalità quali la condivisione dei documenti rispetto al tradizionale salvataggio e invio e-mail, migliorando le capacità di collaborazione”.

Potenzia inoltre l’uso delle funzioni e-mail integrando la comunicazione vocale di Skype con Outlook. “Un passo verso le applicazioni on demand che si aggiornano e si gestiscono da sole - spiega Chiti -, ma restano usabili anche in modalità locale. Gli utenti potranno inoltre usare il software già esistente”. Microsoft precisa che continuerà a offrire il software Office ‘on premise’ per gli utenti che continueranno a preferirlo nella forma tradizionale con acquisto su licenza, ma è indubbio che la strada presa da Microsoft per l’evoluzione del proprio software applicativo va a cancellare la distinzione tra software e servizi.

Un cambiamento previsto, ma non banale per prodotti destinati al mercato consumer. “Il modello di vendita del software sta cambiando, si avvicina sempre più a quello dei servizi”, spiega Carlo Purassanta, neo-amministratore delegato della filiale italiana di Microsoft. “Microsoft è pronta per accettare nuove sfide, anche in mercati maturi e a ridotta crescita come l’Italia: dove non ci sono spazi da colmare con soluzioni tradizionali, come accade nei mercati emergenti, ma serve introdurre reale innovazione”.

Benché non ci siano conferme ufficiali Office 365 Home Premium sarà offerto da operatori telco, in bundle con servizi di comunicazione oltre che con nuovi sistemi portatili, tra cui il nuovo tablet Surface che sarà annunciato in Italia il prossimo 14 febbraio. Il 27 febbraio sarà invece la volta dell’aggiornamento della suite Office 365 per le piccole e medie imprese. 

"Il lancio di oggi di Office 365 Home Premium segna un ulteriore significativo traguardo nella trasformazione di Microsoft in un’azienda di dispositivi e servizi”, ha dichiarato Steve Ballmer, Ceo di Microsoft. “È molto più di un'altra versione di Office. È Office reinventato come servizio cloud consumer con tutte le complete applicazioni di Office che le persone conoscono e amano, insieme a nuovi importanti benefici a livello cloud e social".

Microsoft ha anche annunciato che offrirà molti nuovi servizi e funzionalità in primo luogo sul Cloud, trasformando il tradizionale ciclo di rilascio triennale dell’azienda. I nuovi servizi e funzionalità arriveranno automaticamente agli abbonati, tenendoli sempre aggiornati.

“E’ un importante passo avanti”, ha affermato Kurt DelBene, Presidente della Divisione Office di Microsoft. “Le esigenze delle persone cambiano rapidamente, e Office 365 Home Premium cambierà con loro”.

In contemporanea Microsoft ha oggi lanciato Office 365 University, per gli studenti e il personale docente e non docente delle Università, al prezzo di soli 79 euro per un abbonamento quadriennale. L’azienda ha anche rilasciato a livello globale le versioni aggiornate delle tradizionali suite Office: Office Home and Student 2013, Office Home and Business 2013 e Office Professional 2013. Il nuovo Office 365 per le aziende che includerà innovative funzionalità verrà invece rilasciato a livello mondiale il 27 febbraio 2013.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 30 Gennaio 2013

TAG: office 365, microsoft, windows, vieri chiti, carlo purassanta, steve ballmer

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store