Obama: più green card per i lavoratori IT

LA RIFORMA

Il presidente appoggia l'"Immigration Innovation Act" che mira a rendere più facile la permanenza negli Usa di cittadini stranieri dotati di alte competenze tecnologiche. Plaudono i big player: "Così cresce l'economia"

di Federica Meta

Facilitare la permanenza negli Stati Uniti degli stranieri che lavorano nel settore IT. È l’obiettivo della proposta Immigration Innovation Act of 2013 firmata da un gruppo di senatori democratici e repubblicani, in vista delle riforma della legge sull’immigrazione attualmente in corso al Congresso. La proposta, che ha che ricevuto l’appoggio del presidente Barack Obama, mira a favorire la presenza negli Usa di studenti e lavoratori ad alta competenze nonché a sostenere la crescita dell’industria nazionale.

Nel dettaglio le norme dell'Innovation Act prevedono facilitazioni per il rilascio di green card agli stranieri residenti in maniera permanente negli Usa oppure l'aumento del tetto di visti H-1B portandolo dall'attuale  a 115mila dall’attuale 65mila. "Bisogna fare presto – ha esortato Obama - In questo momento in una delle nostre scuole o università c’è uno studente che vuole trasformare la sua idea in un grande business”.
La proposta di riforma ha incontrato il favore dei big player dell’IT . Secondo Gregg Melinson, Vp of global government relations di HP “il disegno di legge è un significativo tentativo di  garantire all’economia degli Stati Uniti personale ad alto valore in grado di migliorare l’innovazione del comparto e l’economia tutta”.  

"L'attuale proposta di riforma dell'immigrazione rappresenta la migliore opportunità che abbiamo visto in questi anni per trovare il giusto equilibrio tra immigrazione e occupazione”, ha sottolineato  Peter Muller, government relations director di Intel.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 31 Gennaio 2013

TAG: barack obama, immigration innovation act, Gregg Melinson hp, Peter Muller intel

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store