Adobe resiste alla crisi

IT

“Nonostante il difficile momento congiunturale siamo riusciti a tenere sotto controllo le spese e a concludere il primo trimestre con solidi utili e margine operativo. Siamo convinti che i principali trend di mercato lungo i quali si muove il nostro business si manterranno integri e continueremo perciò a focalizzarci sull’innovazione e a investire in nuove aree di crescita per incrementare il valore strategico offerto ai nostri clienti”. Con queste parole Shantanu Narayen, Presidente e Ceo di Adobe, ha commentato i risultati finanziari del primo trimestre 2009 che l’azienda ha reso noti oggi.

 Nella prima frazione dell’anno fiscale 2009, Adobe ha totalizzato un fatturato di 786,4 milioni di dollari, contro gli 890,4 milioni registrati nello stesso periodo dell’anno 2008 e i 915,3 milioni del quarto trimestre dell’anno fiscale 2008. Nello specifico l’utile per azione diluita su base Gaap (Generally Accepted Accounting Principles) del primo trimestre 2009 è stato pari a 0,30 dollari, a fronte di una media pesata di 527,8 milioni di azioni. Il risultato è da comparare con un utile Gaap di 0,38 dollari registrato nella prima frazione dell’anno fiscale 2008 sulla base di una media pesata di 571,3 milioni di azioni e con un utile Gaap di 0,46 dollari riportato nel quarto trimestre fiscale 2008 e riferito a una media pesata di 534,9 milioni di azioni.

L’utile operativo Gaap è stato pari a 207,9 milioni di dollari, da confrontare con i 275,4 milioni del primo trimestre 2008 e i 273,2 milioni del quarto trimestre dell’anno fiscale 2008. In percentuale sul fatturato, l’utile operativo Gaap del primo trimestre 2009 è stato del 26,4%, rispetto al 30,9% del medesimo periodo dell’anno precedente e al 29,8% del quarto trimestre 2008. L’utile netto Gaap del trimestre in esame è stato di 156,4 milioni di dollari, a fronte dei 219,4 milioni di dollari del primo trimestre dell’anno precedente e dei 245,9 milioni di dollari del quarto trimestre dell’anno 2008.

 Per quanto riguarda invece i risultati non-Gaap del primo trimestre 2009, l’utile  per azione diluita del primo trimestre 2009 è stato pari a 0,45 dollari a fronte di 0,48 dollari dello stesso periodo dell’anno fiscale 2008 e con l’utile non-Gaap di 0,60 dollari registrato nel quarto trimestre 2008. L’utile operativo non-Gaap si è attestato a 295,0 milioni di dollari nel primo trimestre 2009,(nel primo trimestre 2008 era stato di 359,0 milioni e nel quarto trimestre 2008 di 374,9 milioni) Come percentuale del fatturato, l’utile operativo non-Gaap del periodo in esame è stato pari al 37,5%, rispetto al 40,3% del primo trimestre 2008 e al 41,0% del quarto trimestre 2008, mentre l’utile netto non-Gaap è stato di 236,8 milioni di dollari (era di 273,0 milioni nel quarto trimestre 2008 e di 320,9 milioni nell’ultima frazione dell’anno fiscale 2008).

 Infine gli obiettivi finanziari. Per il secondo trimestre 2009, Adobe prevede di ottenere: un fatturato compreso fra 675 e 725 milioni di dollari; un margine operativo su base Gaap fra il 21% e il 26% e un margine operativo su base non-Gaap compreso fra il 32% e il 36%. Inoltre la società intende portare il totale delle proprie azioni ad un livello compreso fra i 528-530 milioni di titoli.

18 Marzo 2009