Polizia di Stato e American Express, intesa anti-cybercrime

LA CONVENZIONE

Via alla convenzione sulle attività di prevenzione e repressione dei crimini informatici. Nel mirino servizi di Internet banking e sistemi di pagamento elettronici

di F.Me.

Incrementare l'efficacia delle attività di prevenzione e repressione dei crimini informatici. E' questo l'obiettivo della convenzionetra Polizia postale ed American Express presso il Dipartimento della Pubblica sicurezza, sottoscritta dal direttore centrale della Polizia stradale, ferroviaria, delle comunicazioni e per i reparti speciali, Santi Giuffrè e dal country manager di American Express, Mimi Kung.

"L'accordo, che ha valore triennale, rafforza il rapporto di collaborazione tra le banche e la Polizia di Stato contro la cyber criminalità nel settore dei servizi bancari online e dei sistemi di pagamento elettronici che, come ha messo in evidenza l'esperienza investigativa di questi ultimi tempi - spiega ina nota -  è riconducibile ad organizzazioni criminali sempre più strutturate e transnazionali, sia per origine che per campo d'azione".
La convenzione, infatti, si pone l'obiettivo di sviluppare procedure di collaborazione che consentano di attuare la migliore difesa dei clienti dei servizi bancari e finanziari, mettendo a fattore comune, in tempo reale, ogni dato o informazione utile a prevenire e reprimere con maggior tempestivita' ed efficacia l'attività criminale in quest'ambito. Attraverso il contatto diretto e costante tra la Polizia postale e delle comunicazioni e American Express, inoltre, si procederà alla qualificazione standardizzata degli eventi e all'immediata attuazione delle azioni difensive.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 05 Marzo 2013

TAG: american express, polizia postale, mimi kung, santi giuffrè

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store