Almaviva "innova" la sanità turca

E-HEALTH

La società italiana gestirà l'attività di revisione del sistema di raccolta e preparazione dei dati provenienti dai centri trapianti di tutto il Paese

di F.Me.

L'Ict italiano innova la sanità in Turchia. Il ministero della Sanità turco ha scelto Almaviva per l’attività di coordinamento e consulenza del sistema sanitario dei trapianti.

Almaviva ha vinto la gara europea finanziata da Europe Aid per i paesi in pre-adesione. "Questo risultato consolida il nostro posizionamento in ambito europeo - sottolinea Gianfranco Previtera, direttore commerciale del Gruppo Almaviva –   e rappresenta un ulteriore riconoscimento della capacità di Almaviva e del suo Team che cura il mercato internazionale,   di proporre all'esterosoluzioni innovative sviluppate e concepite interamente in Italia".

La società ha il compito di gestire l’attività di revisione del sistema statistico di raccolta e preparazione dei dati di controllo provenienti dai centri trapianti di tutta la Turchia.

Inoltre Almaviva, attraverso l’attività di coordinamento del Dipartimento Trapianti dell’Università di Ankara e della società di consulenza turca BYS Group,  lavorerà all’armonizzazione della legislazione turca con le direttive europee in materia di trapianti - e si occuperà di stabilire accordi bilaterali di collaborazione con altri paesi europei. Un ulteriore importante compito sarà quello di accrescere la sensibilità pubblica sulla donazione degli organi e sui trapianti attraverso campagne informative.

Almaviva opera da oltre 25 anni opera come partner tecnologico del ministero della Salute italiano ed è responsabile, dello sviluppo e  gestione in outsourcing del Sistema Informativo Trapianti (Sit), che garantisce la tracciabilità e la trasparenza dell’intero processo di donazione-prelievo-trapianto e la gestione delle liste di attesa regionali e nazionali.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 19 Marzo 2013

TAG: almaviva, turchia

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store