Collezione "cheap" per Office 2010

SOFTWARE

Il nuovo pacchetto di Microsoft dotato di una "product key card" che permetterà di aggiornare la versione Starter precaricata a costi più contenuti

di Matteo Buffolo
Per il suo nuovo Office, la versione 2010, Microsoft ha scelto la linea del “cheap”. Infatti, secondo alcune indiscrezioni che arrivano dal mercato americano, non solo ci sarà una versione base precaricata su moltissimi dei Pc che saranno venduti l’anno prossimo (ovvero la cosiddetta versione “Starter”), ma ci sarà anche una “product key card” che permetterà di upgradarla a una delle versioni full. A un prezzo più contenuto del solito, perché, a differenza del passato, sarà valida per un solo Pc e non per tre.

La deduzione arriva dalle immagini che la casa di Redmond ha mostrato la scorsa settimana su Office Starter, precisando che i clienti potranno appunto andare nei negozi a richiedere questa “product key card”, dove (specificatamente nelle versioni Casa e Studente) è scritto “for one preloaded Pc only” (letteralmente per un unico Pc precaricato). Questo ha spinto molti giornalisti tecnologici a ritenere che l’upgrade potrebbe essere più economico di una licenza degli scorsi anni, una logica che sembra essere stata confermata da fonti vicine all’azienda.

Questa mossa fa parte di una nuova strategia a tutto tondo che Microsoft ha pensato per la sua suite, che comprende anche il lancio di una versione web delle applicazioni più popolari: Word, Excel, PowerPoint e OneNote, che saranno utilizzabili gratis grazie al supporto della pubblicità. E sempre da Internet dovrebbe essere anche scaricabile la nuova versione della suite, con una innovativa modalità chiamata “click to run”, che, grazie alla virtualizzazione, dovrebbe rendere possibile eseguire parte delle applicazioni mentre l’intero codice si sta ancora scaricando.

12 Ottobre 2009