Bevilacqua (Cisco): innovare i processi produttivi

STRATEGIE

L'Ad della società presenta le linee guida per sfruttare le potenzialità del Paese

di Matteo Buffolo
Nella sua prima uscita con la stampa da amministratore delegato il nuovo numero uno di Cisco Italia, David Bevilacqua, ha presentato le sue linee guida per sfruttare "le potenzialità del Paese" in una ottica di crescita. Bevilacqua, che negli ultimi anni ha lavorato soprattutto a livello europeo, ha spiegato che "in genere all'estero siamo riconosciuti e apprezzati per i nostri prodotti, mentre si ritiene che sia difficile fare business e attrarre investimenti in Italia. Noi come Cisco ci proponiamo l'obiettivo di essere visti come una eccellenza anche dal punto di vista dei processi produttivi".

Il nuovo Ad ha individuato "tre architetture tecnologiche e di business fondamentali: la rete senza confini, la collaboration, la virtualizzazione". In particolare, dunque, Cisco sembra puntare su una totale innovazione dei processi produttivi con una maggiore integrazione delle tecnologie rese disponibili dalla rete per ripensare i modelli di lavoro. "Abbiamo individuato - ha spiegato Bevilacqua – alcuni mercati 'adiacenti' a quelli su cui già lavoriamo e in particolare vogliamo focalizzarci su cinque di questi che, nel contesto nazionale, appaiono i più pronti ad integrare quelle tecnologie di nuova generazione in modo esteso".

I cinque settori su cui la filiale italiana dell'azienda americana ha intenzione di puntare sono: smart grid, salute, real estate, lo sport e le connected communities. Fra queste sembrano attirare particolarmente l'attenzione del nuovo ad lo sport e la salute:
"Per quanto riguarda il mondo sportivo - ha spiegato – pensiamo che, con la costruzione di nuovi stadi di proprieta' delle società ci possano essere moltissime possibilità a partire dalla videosorveglianza. Nel settore sanitario, invece, le
principali potenzialità vengono dallo sviluppo della telemedicina e dell'azione a distanza via web che possono
aiutare a tenere sotto controllo la spesa sanitaria". In particolare, sul tema delle reti intelligenti ("smart grid") Cisco Italia ha attivato un progetto pilota con Enel per la realizzazione di una rete intelligente in grado di gestire in modo più
efficiente e affidabile la fornitura e il consumo energetico lungo tutta la filiera: dalla generazione dell'energia agli
utenti finali. Un altro cardine su cui Bevilacqua vuole incentrare la sua azione è l'Expo del 2015, che "sarà per Milano una grandissima opportunità che non deve limitarsi al mondo del food".

15 Ottobre 2009