Europeana digitalizza la Grande Guerra

IL PROGETTO

Via al progetto per il centenario del primo conflitto mondiale: online testimonianze, documenti e cimeli. Tutti i cittadini possono contribuire

di F.Me.

La Grande Guerra diventa digitale. In vista del 100° anniversario della prima guerra mondiale nel 2014, Europeana ha avviato un progetto di digitalizzazione, conservazione e pubblicazione di cimeli e testimonianze sulla guerra in grado di fornire a tutti una migliore comprensione dell’impatto e degli effetti che il confilitto ha avuto sulla gente comune. Il progetto “Europeana 1914-1918” coinvolge l’Istituto Centrale per il Catalogo Unico (Iccu) delle biblioteche del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Museo Centrale del Risorgimento e la Fondazione Museo storico del Trentino. Dopo la prima e fortunata tappa italiana di Trento del 16 marzo scorso, dove sono state raccolte oltre 2.000 immagini digitali, "Europeana 1914-1918" arriva a Roma. A seguire sarà Forte Monte Maso, Valli del Pasubio, ad ospitare l’iniziativa il prossimo 18 maggio.

Europeana 1914 -1918 - spiega Jill Cousins, Direttore Esecutivo di Europeana – è un grande progetto, partito oltre un anno fa, che ha riscosso un incredibile successo nel mettere in luce il grande interesse che gli europei hanno nella loro storia comune. La gente ci affida i propri racconti, e noi di Europeana, abbiamo trovato i mezzi per riuscire a conservarli per le generazioni future, e renderli universalmente accessibili. Europeana offre un approccio alla storia culturale fresco, innovativo, e allo stesso tempo profondo, collegando i racconti delle persone comuni alle storie ufficiali della guerra raccolte da biblioteche e archivi nazionali. Il progetto mira inoltre a soddisfare le esigenze delle nuove generazioni che sempre più fanno uso di Internet come fonte principale di informazione”.

“Il Mibac in Italia - commenta Rossella Caffo, Direttore dell'Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane (Iccu) - attribuisce un’importanza strategica a Europeana, punto di accesso al patrimonio digitale culturale europeo promosso dalla Commissione europea e condiviso da tutti i paesi dell’UE, e ne sostiene lo sviluppo attraverso il contributo apportato dal portale nazionale CulturaItalia (www.culturaitalia.it) e dai progetti europei che coordina o di cui è partner. In piena sintonia con Europeana 14-18 l’Italia è impegnata nello sviluppo del sito www.14-18.it ‘Documenti e Immagini della Grande Guerra’, punto di riferimento nazionale per le celebrazioni relative al centenario della I guerra mondiale.”

Le tappe italiane di “Europeana 1914-1918” sono la prosecuzione di una serie di eventi di successo già svolti in Germania, Regno Unito, Belgio, Irlanda, Lussemburgo, Slovenia, Danimarca e Cipro dal 2011. Queste giornate di raccolta hanno attirato migliaia di persone con un obiettivo comune: condividere cimeli e storie originali e inedite, contribuendo a un archivio in grado di fornire risorse uniche per la ricerca, l'istruzione, mostre ed eventi in ricordo della Grande Guerra.

Tutte le persone in possesso di cimeli, lettere, fotografie, diari o materiali di altro tipo risalenti alla prima guerra mondiale potranno partecipare quindi alla giornata di raccolta e digitalizzazione presso la Biblioteca Nazionale centrale di Roma (Viale Castro Pretorio, 105) il 15 maggio dalle 10:00 alle 18:00. Un team di esperti sarà a disposizione, durante l’intera giornata, per la digitalizzazione dei materiali e la registrazione dei racconti. Tutto il materiale sarà restituito il giorno stesso ai proprietari.

Coloro che non possono prendere parte al Collection Day di Roma, in alternativa, possono scattare autonomamente foto digitali dei cimeli o fare la scansione di lettere e foto, o digitalizzare film e materiale audio, quindi registrarsi sul sito www.europeana1914-1918.eu e caricare direttamente il materiale nell’archivio online. Una volta che le informazioni saranno esaminate dagli esperti, verranno rese disponibili al mondo intero.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 07 Maggio 2013

TAG: europeana. mibac, prima guerra mondiale, grande guerra, rossella caffo, jill cousins

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store