Yahoo compra Tumblr e debutta nel social blogging

L'OPERAZIONE

Il board approva l'acquisizione della piattaforma per 1,1 miliardi di dollari. Marissa Mayer: "Fondamentale per la nostra strategia". Ma sul sito appaiono commenti negativi

di Luciana Maci

Yahoo si lancia nel mondo dei siti social. Il consiglio di amministrazione ha approvato all'unanimità l'acquisizione della piattaforma di blogging Tumblr, molto popolare tra i giovani. L’operazione, che potrebbe essere annunciata in giornata, costerà 1,1 miliardi di dollari in contanti.

L’acquisizione consente a uno dei siti più in voga del momento, che permette di postare online il proprio blog, cercare altri blog e interagire socialmente con gli utenti, di essere inglobato in una delle Internet company di più lungo percorso. La customer base di Tumblr, che attualmente dà spazio a oltre 108 milioni di blog, è composta da giovani, quella di Yahoo è più “anziana”. Inoltre il sito di blogging sta crescendo più rapidamente sugli smartphone. Da parte sua Yahoo potrebbe aiutare Tumblr a generare maggiori proventi dagli annunci pubblicitari.

A essere particolarmente soddisfatta dell’affare è la Ceo di Yahoo, Marissa Mayer, che, stando alle indiscrezioni riportate dalla stampa Usa, considera l’acquisizione “fondamentale e significativa della strategia” prevista per l’azienda nei prossimi mesi. 

Mayer, che aveva manifestato interesse per il sito già un paio di mesi fa, ha sottolineato che l'acquisizione è un modo per sostenere la crescita dei ricavi e ottenere una maggiore presenza nei social media legati ai dispositivi digitali.

L’amministratore delegato di Tumblr, nonché suo fondatore, il 26enne David Karp, rimarrà a occuparsi del servizio per i prossimi quattro anni. Oltre a Karp la società, che ha 175 dipendenti, è posseduta da investitori quali Union Square Ventures, Sequoia Capital e Spark Capital.

Per il momento gli utenti di Tumblr stanno reagendo sulle loro dashboard (le pagine dei profili) con commenti in generale poco favorevoli. “Vado a buttarmi da un dirupo” ha scritto uno, mentre molti altri prendono le distanze da un'azienda vista come vecchia e senza futuro.

Tumblr facilita la pubblicazione di immagini e video e permette di essere aggiornati sulle pubblicazioni degli amici. A differenza di Facebook e Twitter, però, dà la possibilità di personalizzare moltissimo la propria pagina, aggiungendo e togliendo le funzioni prestabilite dai gestori. Una libertà che piace molto agli utenti, che infatti sono numerosi: secondo ComScore a marzo 2013 ha avuto 117 milioni di visitatori unici, un  balzo in avanti rispetto ai 58 milioni dell’anno precedente.

Da un recente studio è emerso che gli utenti Usa tra i 13 e i 25 anni preferiscono Tumblr a tutti gli altri social network. Non solo: la piattaforma di blogging è molto ben posizionata nell’advertising online e su dispositivo mobile. Nel 2012 ha maturato un attivo di 13 milioni di dollari e le previsioni per il 2013 dicono che potrebbe superare i 100 milioni.

Le acquisizioni sono da diverso tempo un fattore cruciale delle strategie delineate da Mayer, anche se fino ad oggi hanno riguardato piccole aziende, rilevate per le capacità tecnologiche o di gestione del prodotto.  Yahoo ha recentemente manifestato il proprio interesse per acquisire per 200 milioni di dollari la maggioranza del sito di video on-line Dailymotion, di proprietà di France Telecom, ma il governo francese ha impedito la transazione.

In realtà le passate acquisizioni di Yahoo non sono state propriamente un successo: Geocities nel 1999, Flickr nel 2005 e Delicious sempre nel 2005 erano realtà di successo quando sono state comprate da Yahoo e oggi non godono di ottima salute. Tuttavia da quando Marissa Mayer ha preso il timone della net company a luglio 2012 l’azienda sta beneficiando di una ripresa lenta ma continua. Il Ceo ha cercato di concentrarsi sulle tecnologie mobili, creando nuove partnership e aumentando il numero degli utenti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 20 Maggio 2013

TAG: Yahoo, Tumblr, Marissa Meyer, David Karp, Geocities, Flickr, Delicious, Dailymotion

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store