Fondi strutturali, la Ue mette online tutte le risorse

IL PORTALE

Il portale dedicato ai finanziamenti europei si arricchisce con informazioni relative al Fondo di sviluppo regionale e al Fondo sociale. Tajani: "Più facile per le Pmi passare all'azione. Per gli Stati membri una chance per reperire fondi strategici"

di L.M.

Le imprese di tutta Europa da oggi potranno accedere con più facilità ai finanziamenti europei grazie all’ampliamento, voluto dalla Commissione europea, del portale unico dedicato proprio a questi finanziamenti, che ora accoglie anche i Fondi strutturali: il Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) e il Fondo sociale europeo (Fse).

Il nuovo portale fornisce agli imprenditori e alle piccole e medie imprese (Pmi) informazioni semplici, complete e aggiornate per accedere a oltre 100 miliardi di euro di vari programmi Ue per il periodo 2007-2013. Le integrazioni apportate oggi raddoppiano il numero di banche e fondi partner, portandolo a oltre mille, e contribuiscono a potenziare una fonte d'informazioni essenziale per il finanziamento delle Pmi mediante garanzie, prestiti e capitale di rischio.

Negli ultimi due anni quasi un terzo delle Pmi che ha richiesto un prestito bancario non l'ha ottenuto o ha ottenuto un importo inferiore. Le prospettive finanziarie per le piccole imprese europee del mese in corso confermano che l'ambiente imprenditoriale è in peggioramento e che le banche dell'area dell'euro hanno inasprito gli standard di credito. Di conseguenza l'accesso ai finanziamenti dell'Ue e le relative informazioni sono quanto mai importanti per le imprese.

I Fondi strutturali forniscono già alle Pmi un aiuto di circa 70 miliardi di euro per il periodo 2007-2013. In occasione della conferenza European support for SMEs for the period 2014 - 2020 (Sostegno europeo alle PMI per il periodo 2014—2020), tenutasi oggi a Bruxelles, il vicepresidente della Commissione Antonio Tajani, commissario europeo responsabile dell'Industria e dell'imprenditoria e Johannes Hahn, commissario europeo responsabile della Politica regionale, hanno dichiarato: “Il portale unico dedicato ai finanziamenti dell'Ue aiuterà le Pmi a reperire facilmente e velocemente i finanziamenti tanto necessari. Una delle principali priorità della Commissione è semplificare e ridurre gli ostacoli che le imprese si trovano ad affrontare. L'integrazione dei Fondi strutturali dell'Ue nel portale unico rappresenta un importante caposaldo. Al tempo stesso desideriamo incoraggiare gli Stati membri e le regioni a utilizzare tali strumenti finanziari in quanto possono rafforzare gli effetti della politica di coesione, fungendo da catalizzatori d'investimenti di cruciale importanza, necessari per fornire un impulso all'economia europea e creare occupazione”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 25 Giugno 2013

TAG: finanziamenti europei, Commissione europea, Fondo europeo di sviluppo regionale, Fesr, Fondo sociale europeo, Fse, Antonio Tajani, Johannes Hahn

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store