Libretto postale addio Arriva la card

POSTE ITALIANE

E’ nata la Carta libretto postale, “librettopostale CARD”, una tessera magnetica che renderà più facile la vita del risparmiatore. Grazie alla collaborazione tra l’emittente, Cassa depositi e Prestiti  e il distributore, Poste Italiane, a partire dal prossimo 16 novembre i titolari di Libretto Nominativo Ordinario che faranno richiesta al proprio ufficio postale riceveranno a casa questo nuovo strumento, beneficiando così di numerosi vantaggi in termini di comodità, sicurezza e convenienza: ritiro contanti 24 ore su 24.

La Carta può essere utilizzata presso uno qualsiasi dei circa 5000 sportelli automatici (ATM) della rete Postamat, distribuiti  su tutto il territorio nazionale. Il titolare potrà quindi ritirare denaro contante, visualizzare il saldo del Libretto e la lista dei movimenti  senza la necessità di recarsi allo sportello dell’ufficio postale, in qualunque giorno dell’anno e in qualsiasi momento della giornata. Il tetto massimo giornaliero per i prelievi è di 600 euro, quello mensile di 2.500 euro; versamenti e Prelievi in circolarità  Ogni  titolare del Libretto potrà comodamente presentare la Carta presso uno dei 14mila Uffici postali per effettuare  versamenti e prelievi, senza il bisogno di dover portare con sé il Libretto cartaceo per le annotazioni; servizio gratuito. La Carta è uno strumento completamente gratuito:  non sono previste spese o commissioni per il rilascio, l’uso, il blocco e la sostituzione della CARD per smarrimento, furto o distruzione; pensione “tutelata” . Il vantaggio di possedere la Carta è ancora maggiore per i pensionati che hanno scelto l’accredito gratuito della pensione sul Libretto postale: viene estesa a chi possiede la CARD l’assicurazione a copertura di eventuali  rischi di furto, attualmente disponibile solo sui “Conti correnti postali”,  con un plafond assicurativo massimo pari a 700 euro; massima sicurezza. Alla Carta elettronica è associato un microchip ed un codice personale segreto (PIN): in caso di smarrimento o sottrazione della carta se ne potrà chiedere immediatamente il blocco telefonando dall’Italia al numero verde 800 652653  e dall’estero al +39 02.34980132, entrambi attivi 24 ore su 24.

“Il Libretto postale italiano è uno strumento che Cassa depositi e prestiti emette sin dal 1875, è integralmente ed esplicitamente garantito dallo Stato e non ha mai avuto costi e commissioni per il risparmiatore – ricorda  l’Amministratore delegato di CDP, Massimo Varazzani -  oggi il questo strumento si arricchisce con la Carta di prelievo elettronico, che consentirà un utilizzo più flessibile e rispondente alle esigenze dei nostri risparmiatori, in particolare per le fasce più disagiate della nostra clientela”.

“Con l’introduzione della carta elettronica – dice l’Amministratore Delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi – anche il Libretto di risparmio postale si rinnova e grazie alla tecnologia digitale diventa uno strumento ancor più dinamico e facile da usare . L’abbinamento della Carta elettronica al Libretto postale è l’ennesimo esempio della capacità di innovazione di Poste Italiane e di costante miglioramento della qualità del servizio a vantaggio degli oltre 25 milioni di cittadini che hanno scelto questo mezzo per custodire i risparmi”.

I Libretti postali attivi sono oggi oltre 25 milioni, per un controvalore di oltre 80 miliardi di euro, a dimostrazione dell’apprezzamento dei risparmiatori verso questo storico strumento per via della sua massima affidabilità, trasparenza e  redditività competitiva. Come i Buoni postali, i Libretti sono garantiti dallo Stato italiano, sono depositi a vista, rimborsabili in qualsiasi momento, non comportano alcuna spesa di apertura, di gestione e di estinzione, sono esenti dall’imposta di bollo.
                           

11 Novembre 2009