Facebook vale oro Vicino lo sbarco a Wall Street?

ANALISI

Secondo molti analisti la società si starebbe preparando per l'Ipo. Ad oggi le valutazioni sfiorano i 10 miliardi di dollari

di Matteo Buffolo
Dopo la crisi mondiale, potrebbe presto arrivare nuova linfa nella borsa americana. Secondo molti analisti, infatti, entro un anno – un anno e mezzo, Wall Street potrebbe arricchirsi con la presenza di Facebook, il popolare social network con oltre 300 milioni di utenti.

La deduzione è stata fatta sia dall’agenzia finanziaria Bloomberg che dal Wall Street Journal, che sono partiti dall’impennata nel valore delle azioni del social network, secondo cui dall’estate ad oggi il valore della società è cresciuto del 40%, passando da poco meno di 15 dollari a più di 21 ad azione. Tanto fermento, secondo gli analisti, può voler dire una cosa sola: il momento della quotazione pubblica sta per arrivare.

Un momento che permetterebbe agli investitori di monetizzare il proprio capitale e a nuovi partner finanziari ed industriali di entrare nella proprietà del gruppo di Mark Zuckeberg. Ma non è solo l’aumento di valore delle azioni a far pensare all’Ipo. Per il gruppo, che con le stime attuali vale attorno ai 9,5 miliardi di dollari, ovvero circa la valutazione che ne fece il fondo russo Digital Sky Technologies quando decise di investirvi, la quotazione rappresenterebbe una nuova fase e potrebbe garantire risultati migliori ora che per la prima volta il bilancio ha fatto segnare un attivo. A questo si aggiunge il buon momento della borsa americana, che potrebbe portare su un eventuale Ipo che ripercorrerebbe le tracce di quella che nel 2004 ha portato Google a Wall Street.

25 Novembre 2009