Confindustria, un progetto-Paese per innovare il turismo all'insegna dell'IT

CONFINDUSTRIA

Tripi: "Serve una strategia organica e un salto tecnologico con strumenti interattivi per arricchire l’offerta turistica”

di Federica Meta
Un piano strategico per l’industria turistica e una forte innovazione nell’offerta di tecnologie e di servizi. Sono questi i due fattori principali indicati nel Progetto Paese “Sistema Turistico” presentato oggi in Confindustria da Alberto Tripi (Responsabile Coordinamento Servizi e Tecnologie di Confindustria), Daniel John Winteler (Presidente Federturismo) e Patrizia Aproni (Presidente Confcultura).
Per ridare impulso a un settore che occupa 2,5 milioni di addetti e incide per il 10,6% sul PIL, Confindustria indica come serie di proposte finalizzate a superare la frammentazione delle iniziative promozionali e considerare in modo nuovo le esigenze dei flussi turistici.

“In Italia il turismo on-line rappresenta solo il 12% delle vendite complessive di prodotti turistici, contro il 48% del Regno Unito, il 25% di Francia e Germania, e il 18% della Spagna - ha spiegato Tripi -. È quindi necessario un “salto tecnologico” con l’introduzione di servizi e strumenti interattivi (siti web, travel communities, web 2.0) in grado di arricchire l’offerta sul mercato internazionale. È fondamentale pertanto che le imprese del settore si dotino di infrastrutture e competenze che utilizzino la versatilità dell’Ict, all’interno di piattaforme tecnologiche informative e un sistema di servizi integrati”.

“Il cardine di questo Progetto sarà il Portale Nazionale del Turismo, capace di presentare all’estero l’identità unitaria del Paese rispetto alla frammentazione e alla proliferazione dei siti delle varie Regioni - ha proseguito -. A questo si aggiungono iniziative specifiche come il Progetto Card, elaborato in collaborazione con Trenitalia, una carta che permette di acquistare biglietti ferroviari, biglietti dei trasporti pubblici locali e prodotti museali”.

Relativamente alle tecnologie mobili, il Progetto di Confindustria punta invece su sistemi di mobile booking, mobile check-in, m-Parking, m-Ticketing che permettono di completare prenotazioni anche da telefoni cellulari o computer.
Infine è stato presentato anche il Progetto Smartphone, finalizzato all’uso degli SmartPhone per l’acquisizione automatica dei dati, prenotazioni e pagamenti elettronici, con l’obiettivo di migliorare la fruibilità dei servizi ai turisti, soprattutto nel campo dei Trasporti e dei Beni Culturali. Il servizio funzionerà in modalità multi-prenotazione: l'utente potrà infatti effettuare prenotazioni di biglietti per trasporti (anche locali) e musei con una sola richiesta. Successivamente verrà inviato sul device un codice a barre che funzionerà come biglietto elettronico unico.

10 Dicembre 2009