Utili in crescita dell'8,7% e contratti record. Riviste le stime 2010

DATI FINANZIARI

L'azienda ha chiuso il quarto trimestre con profitti per 4,81 mld di dollari. Appalti per 18,8 miliardi: in forte crescita la domanda

di Federica Meta
Utili in crescita per Ibm. Big Blue ha chiuso il quarto trimestre con un utile di 4,81 miliardi di dollari (3,59 dollari per azione) in rialzo dell'8,7% rispetto ai 4,43 miliardi, (3,27 dollari per azione) registrato nello stesso periodo dello scorso anno. 

Bene anche il giro d'affari che è cresciuto dello 0,8% attestandosi sui 27,23 miliardi: in aumento le divisioni software e servizi, in calo quelle che si occupano di hardware. Ibm ha rivisto al rialzo le stime sull'utile per il 2010, atteso ora a 11 dollari per azione contro la precedente previsione che era tra i 10 e gli 11 dollari.
Per l'intero anno l’azienda ha riportato profitti per 13,4 miliardi di dollari,  pari a 10,01 dollari per azione, in rialzo del 13% dai 12,3 miliardi (8,89 dollari per azione) dell’anno precedente.
Nello specifico il giro d'affari per il 2009 è stato pari a 95,8 miliardi di dollari, in calo dell'8% rispetto ai 103,6 miliardi del 2008. Ibm, che aveva chiuso la seduta di contrattazioni a Wall Street in rialzo dell'1,79%, nelle contrattazioni dell'afterhours cede l'1,82%, 2,44 dollari, a 131,70 dollari per azione: gli investitori non si sono sentiti incoraggiati ad acquistare titoli che hanno già guadagnato quasi il 60% nel corso l'anno scorso.

La società ha fatto sapere di aver ottenuto nuovi contratti per servizi per la cifra record di 18,8 miliardi di dollari, in rialzo del 9% rispetto all'anno scorso. Un chiaro segnale del miglioramento della domanda.

20 Gennaio 2010