Ict: Italia bocciata Perse altre tre posizioni

WORLD ECONOMIC FORUM

L'Italia continua a perdere posti nella classifica mondiale delle tecnologie Ict stilata dal Wordl Economic Forum. Dalla 42ma posizione siamo scesi alla 45ma, dietro a Paesi quali Tunisia (38mo posto) e Giordania (44ma).

Giunta all'ottava edizione, la classifica del Global Information Technology Report 2008-2009 vede in pole position Danimarca e Svezia, seguite dagli Stati Uniti che salgono di un posto e giungono terzi. Al quarto posto Singapore; quinta la Svizzera. Zimbabwe, Timor est e Ciad gli ultimi 3 Paesi (su un totale di 134 presi in esame).

L'Italia - con un punteggio di 4,16 contro il 5,85 del primo della classe - è preceduta da tutti i grandi Paesi membri del G7: l'Italia resta penalizzata dai bassi voti ottenuti in materie quali gli effetti e l'estensione della tassazione (129/a), il peso delle regolamentazioni governative (130) o i tempi per attuare un contratto (121).

Il Paese risulta penalizzato anche in merito all'mportanza attribuita dal governo all' Ict (125), che risulta piuttosto scarso. Al contrario risultiamo terzi classificati riguardo ai costi della banda larga e settimi
per utenti di telefonia mobile.

Visualizza la classifica completa

27 Marzo 2009