"Cercasi hacker", cybercriminali arruolano sul Web

INTERNET

di Margherita Amore
I cybercriminali reclutano le nuove leve online. La scoperta è stata fatta dalla società di ricerche SecureWorks, che ha osservato come due grandi società di hacker hanno pubblicato degli annunci sul web per cercare nuovi "collaboratori".
Nelle offerte di lavoro viene specificata la richiesta: persone che siano disposte a linkare sul web codici "maligni" per svuotare conti e carte di credito. Come? I codici vengono linkati a foto o notizie che la gente cliccherà, come ad esempio Britney Spears che scende dall’auto mostrando di essere senza biancheria intima, oppure George Michael che flirta in un bagno pubblico. Nell'annuncio viene specificato anche il compenso che può arrivare fino a 180 dollari per ogni 1000 volte che il malware viene scaricato.
Dettagliati anche i metodi di pagamento: Fethard, WebMoney, Wire, e-gold, Western Union, MoneyGram, Anelik e ePassporte, e PayPal.
Kevin Stevens, analista di SecureWorks, ha spiegato che si tratta di un business molto ampio e destinato a crescere: si stima che diversi milioni di Pc siano già stati infettati attraverso questo sistema. I criminali in questione sono gli stessi ladri responsabili dei furti di dati creditizi e della diffusione di trojan e malware sui computer di metà del pianeta.

03 Febbraio 2010