La scure della crisi sul mercato Ict italiano

SIRMI

Sirmi: mercato IT in calo del 6,6%. Tiene la spesa nelle Tlc che cala solo dell'1%. Nell'elettronica di consumo crescono i "soliti" netbook (+14,8%)

di Federica Meta
IT in crisi, Tlc in tenuta e mercato dell’elettronica con il segno meno. Potrebbero essere riassunti così gli ultimi dati rilasciati da Sirmi, relativi all’andamento del quarto trimestre 2009 del mercato della Digital Technology.

Negli ultimi quattro mesi dello scorso anno Sirmi rileva un trend negativo dell’IT che registra una  contrazione del 7,9% rispetto allo stesso periodo del 2008 e una conseguente calo del valore del mercato del 6,6 (si è passati dai 6,3 miliardi del IVQ 2008 ai 5,9 del IVQ 2009)

Particolarmente penalizzato l'hardware, che si ferma a 2,4 miliardi, con un calo del 10,6% anno su anno e una spesa in calo del 12%. “I prodotti hardware che registrano nel trimestre la maggiore contrazione di spesa sono i Sistemi (-27,5%), le Stampanti (-26,7%) e i Large systems (-21,3%). contiene, invece, le perdite il software (-2% a 1,08 miliardi – puntualizza Sirmi -.  L’unico segmento hardware di segno positivo nel IVQ 2009 è quello delle Workstation (+10%) che, a causa delle ridotte dimensioni del mercato non riescono ad influenzare l’andamento del totale hardware”.

Regge meglio alla crisi il comparto Tlc. Il mercato evidenzia nel complesso un decremento della spesa di circa un punto percentuale (-1,1%) rispetto allo stesso trimestre del 2008; ad incidere su tale risultato è soprattutto la contrazione della domanda di prodotti e servizi nell’area Tlc fisse (-2,3%).

Negativo, invece, l’andamento del mercato Consumer Electronics, che cala del -3,8% rispetto al 2008. “Nel periodo i Desktop con configurazione consumer continuano a mostrare un trend decrescente, sia in termini di fatturato (-20,8%), sia in termini di volumi (-21,5%) – spiega la società di ricerca -. Negativo, ma in ripresa rispetto ai trimestri precedenti, il trend dei Desktop con configurazione professionale: fatturati e volumi evidenziano un decremento intorno al 17%”.
Non sono buone nemmeno le performance dell'intero comparto notebook, che con poco più di un milione di pezzi consegnati (-6,5%) genera un giro d'affari di 541,5 milioni, con un calo del 10,1%

Di segno opposto il mercato dei netbook che generano 127 milioni di euro di fatturato, in crescita del +14,8% rispetto allo stesso trimestre del 2008, ed un venduto pari a 569.150 pezzi, in crescita del +19,6% trimestre su trimestre.

Per quanto riguarda il Midrange si evidenzia un andamento negativo in tutte le sue componenti.
“I Sistemi proprietari e i Sistemi Unix registrano un calo particolarmente elevato, sia dei fatturati (-27,8%), sia dei volumi (-26,8%) rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente – conclude il report -. I Server Intel/Amd di fascia alta evidenziano nel IV Q 2009 risultati negativi sia in valore (-9,1%) sia in volume (-7%), che tuttavia stanno ad indicare un rallentamento della contrazione rispetto ai due trimestri precedenti.

Infine lo Storage. Il comparto registra un andamento negativo, con un calo sostanziale di tutte le componenti in termini di fatturato, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

10 Febbraio 2010