Zucchetti chiude il 2009 con il segno più. Ricavi in crescita del 6%

PERFOMANCE

A trainare i buoni risultati le perfomance delle soluzioni Erp. Il vice presidente Mini: "Nel 2009 4mila nuovi clienti"

di Federica Meta
Esiste un coro di addetti ai lavori  - analisti e aziende - perfettamente “intonato” che descrive il 2009 come un anno orribile per l’informatica. A confermare  le difficoltà del settore anche l’ultimo rapporto Sirmi che ha analizzato l’andamento del mercato della Digital Technology nel quarto trimestre 2009, rilevando un calo del 6,6% della spesa IT. In controtendenza rispetto a questa percentuale, Zucchetti: la software house ha chiuso l’anno con un +6% di fatturato. “Crescere del 6% partendo da un fatturato 2008 di 220 milioni di euro è un risultato davvero speciale – sottolinea Antonio Grioli, presidente del comitato di direzione Zucchetti –. Tanto più se lo si rapporta all’andamento negativo generale del mercato”. Andamento che l’azienda spera possa cambiare di rotta al più presto.

“Auspichiamo ovviamente anche noi che ci sia una ripresa degli investimenti IT nel 2010, perché operare in un mercato in recessione è più difficile per tutti – prosegue Grioli -. Crediamo, però, che i clienti, più di prima, sappiano riconoscere e premiare il buon software, quello che può realmente supportarli nel raggiungere e superare gli obiettivi di business. Oggi loghi smaglianti e storie di successo prestigiose, ma passate, non costituiscono più la soluzione. Per questo motivo in questi anni in Zucchetti abbiamo investito molto per reingegnerizzare la nostra offerta in ottica web e oggi disponiamo di soluzioni per le aziende, per i professionisti e per la pubblica amministrazione in grado di far recuperare competitività all’intero sistema Paese”.

La software house cresce su tutte le linee di business, con delle punte di eccellenza in alcuni ambiti. “Anche nel 2009 abbiamo registrato circa 4mila nuovi clienti, di cui 2.600 nel campo dei gestionali/Erp – spiega Giorgio Mini, uno dei due vice presidenti Zucchetti –. Con buone performance delle nuova offerta in tecnologia web e in modalità SaaS. Questo risultato conferma che ci sono ancora tante opportunità, anche in un mercato maturo, per chi propone applicazioni innovative e di qualità.  Va inoltre ricordato che la nuova generazione di soluzioni Zucchetti, che fa parte del disegno strategico di Infinity Project,  è pronta per essere lanciata sul mercato, pertanto dal 2010 anch’essa contribuirà a incrementare i risultati di vendita”.

A trainare il buon risultato del 2009 le soluzioni per la gestione del personale, come spiega il resposabile di questa linea di prodotti, il vice presidente Domenico Uggeri.  “Un aumento quasi a doppia cifra delle vendite è motivato dalla nativa integrazione dei prodotti che compongono la nostra offerta - puntualizza Uggeri -. Non sto parlando solo della suite HR, ma anche delle soluzioni per la sicurezza e per la privacy, perché in questo modo siamo in grado di garantire una copertura totale delle esigenze di aziende ed enti pubblici sia per quanto concerne gli aspetti amministrativi e organizzativi del personale, sia relativamente alla gestione delle presenze, al controllo degli accessi, alla verifica delle autorizzazioni e dei permessi all’interno degli ambienti di lavoro”.
   
Una crescita significativa anche per la rete dei Partner Zucchetti. “Due sono state le note dominanti che hanno caratterizzato la performance del canale nel 2009 . spiega Mario Pedrazzoni, direttore commercaile di Zicchetti -. Da un lato, la minore vivacità del mercato nella fascia bassa delle imprese è stata controbilanciata da una maggiore penetrazione della nostra offerta a valore nella fascia media, la cui componente progettuale è cresciuta in questi anni anche sulla rete commerciale indiretta; dall’altro, i Partner hanno acquisito una maggiore consapevolezza dell’importanza di integrare le applicazioni gestionali/erp con funzionalità avanzate di document management, business intelligence, workflow di processo, allargando quindi sul parco clienti la base dell’installato di queste soluzioni; parimenti, l’integrazione delle applicazioni amministrative per area del personale con soluzioni innovative per la gestione strategica delle risorse umane e per una più efficiente amministrazione delle stesse evidenzia una dinamica in costante aumento".

Anche a fronte di questi risultati la software house italiana ha vinto nel 2009 il premio “Di padre in figlio”, istituito da Iperion Corporate Finance e promosso dalla Camere di Commercio di Monza-Brianza e di Milano per le imprese che hanno gestito meglio il passaggio generazionale. Altro "riconoscimento" è stata l'elezione di Alessandro Zucchetti, consigliere d’amministrazione Zucchetti e presidente della holding del gruppo Zucchetti Group, a presidente della Camera di Commercio di Lodi.  “L’incarico che ho deciso di assumere è un’ulteriore responsabilità – commenta Alessandro Zucchetti – ma è anche una grande opportunità per avere immediatamente il polso sulla  situazione del territorio e capire quali sono gli interventi che si possono attuare velocemente per favorire le imprese e accelerare la ripresa, anche attraverso il supporto delle istituzioni”.






   

18 Febbraio 2010