Ballot Screen, conto alla rovescia. Si ridisegna l'Europa dei browser

ANTITRUST

Dal primo marzo sul computer degli utenti la schermata per la scelta del navigatore voluta dalla Commissione Ue anti-monopolio Microsoft

A un mese dall’armistizio sulla guerra dei browser scatta il conto alla rovescia per il giorno del “ballot screen”, la schermata con cui gli utenti potranno scegliere liberamente il proprio navigatore. Così ha voluto la Commissione europea nel tentativo di riequilibrare il monopolio Windows. Dal primo marzo sul computer degli utenti comparirà una schermata che permetterà di effettuare la scelta sul browser da installare. In ordine sparso appariranno tutti i principali browser: tra gli altri, oltre a Internet Explorer, Firefox di Mozilla, Chrome di Google, Opera, Safari di Apple con relativi link all'approfondimento e download del prodotto.

L’”operazione ballot” potrebbe erodere lo share di Explorer che comunque resta, secondo i dati MarketShare, il navigatore più utilizzato del mondo con il 62.12% del mercato. Alle sue spalle, e sempre in crescita, il browser open source di Mozilla, Firefox, usato dal 24.43% degli utenti. Più distaccati Chrome di Google (5.22%), Safari di Apple (4.53%) e il norvegese Opera (2.38%).

Mozilla festeggia il conto alla rovescia con una mega campagna di informazione: a tutte le redazioni (compresa la nostra) è stata inviata una lettera che illustra il Ballot Screen (vedi foto) e che annuncia la nascita di Opentochoice.org, sito che punta a sensibilizzare gli utenti sulla possibilità di scelta del browser con cui navigare.

23 Febbraio 2010