Computer, nel 2012 boom dei portatili

TREND

Gartner: nei prossimi tre anni i Pc "mobili" faranno da traino all'intero comparto. Dopo l'esplosione dei netbook si fanno strada gli ultraleggeri e i tablet

di Patrizia Licata
I Pc mobili guideranno il 90% della crescita dei Pc nei prossimi tre anni, secondo Gartner. Dopo i mini-notebook sarà l’ora degli ultraleggeri Ulv e dei tablet come iPad, mentre l’incremento delle vendite dei desktop sarà minimo. Aumentano opportunità ma anche rischi per i produttori: l’ecosistema dei Pc si estende oltre i confini tradizionali verso i territori della telefonia mobile


Non si fermano le vendite di personal computer in tutto il mondo, grazie soprattutto allo sviluppo del segmento dei mobile Pc. Secondo le ultime proiezioni della Gartner, i Pc distribuiti in tutto il mondo raggiungeranno quota 366,1 milioni nel 2010, una crescita del 19,7% rispetto alle unità consegnate dai produttori ai negozi nel 2009 (305,8 milioni). La spesa mondiale in Pc dovrebbe arrivare a 245 miliardi di dollari quest’anno, un incremento del 12,2% rispetto al 2009.


Si tratta di previsioni più ottimistiche rispetto al precedente forecast di dicembre 2009 della società di ricerche, che contava su una crescita del 13,3% dei Pc distribuiti quest’anno e su un incremento di appena l’1,9% nella spesa.

Tutte le regioni torneranno a crescere nel 2010, secondo la Gartner, e le vendite resteranno sostenute ancora per qualche anno, con l’accelerazione della domanda di Pc per uso domestico e la sostituzione dei Pc vecchi nelle aziende (che torneranno a investire man mano che la crisi economica sarà alle spalle).

Quanto ai prodotti che spingeranno il mercato, la società di analisi non ha dubbi: “L’industria dei Pc sarà sostanzialmente trainata dai mobile Pc, grazie alla forte richiesta per uso domestico sia nei Paesi emergenti che sui mercati maturi”, afferma George Shiffler, research director della Gartner. "I mini-notebook saranno il motore della crescita del segmento dei Pc nel 2010, ma il loro contributo dovrebbe diminuire negli anni successivi, perché soffriranno della concorrenza dei nuovi portatili ultraleggeri Ulv (ultra-low-voltage) e dei tablet di prossima generazione. L’incremento delle vendite dei Pc desktop sarà minimo e limitato ai mercati emergenti”.

In cifre, i Pc mobili guideranno il 90% della crescita dei Pc nei prossimi tre anni, continua Shiffler. "Nel 2009, i mobile Pc hanno rappresentato il 55% di tutti i Pc consegnati; entro il 2012, saranno quasi il 70%”.

Il recente annuncio della Apple del nuovo gioiello hitech iPad ha dato il via a accesi dibattiti in merito alle potenzialità di mercato sia dei tablet Pc tradizionali che dei tablet di nuova generazione, come l’iPad appunto. Per ora la Gartner pensa che i vendor potrebbero consegnare un massimo di 10,5 milioni di tablet Pc, sia tradizionali che next-generation, nel 2010 a livello mondiale.

"Le richieste degli utenti sono sempre più segmentate e i mini-notebook lo dimostrano”, afferma Ranjit Atwal, principal analyst della Gartner. "I produttori non possono più permettersi di pensare solo in termini di architetture e sistemi per Pc tradizionale. Con l’ascesa delle applicazioni fornite via web, molti utenti non hanno più bisogno di un Pc che gira con un sistema operativo non specializzato e Cpu molto veloci. L’iPad della Apple è solo uno dei tanti nuovi device che arriveranno sul mercato e cambieranno l'ecosistema dei Pc intrecciandolo sempre più profondamente con l’industria della telefonia mobile. Questo creerà molte più opportunità per i produttori di Pc ma anche maggiori sfide: la scelta e la concorrenza aumenteranno e alla fine saranno i consumatori a decidere quanto l’ecosistema potrà allontanarsi dai suoi tradizionali confini e a quale ritmo crescerà”.

08 Marzo 2010