Razionalizzazione dell'infrastruttura dell'Università di Trento

VMWARE

L’Università di Trento ha scelto VMware per razionalizzare e consolidare l’infrastruttura server, desktop e storage, salvaguardando gli investimenti effettuati e mantenendo un buon livello di erogazione dei servizi verso studenti e dipendenti.

La gestione dei desktop nelle aule didattiche aveva posto la necessità di costruire un’infrastruttura di storage dedicata per i dati e le applicazioni da erogare alle postazioni d’aula. Per questo sono state implementate VMware Horizon View, la soluzione che permette di distribuire desktop e applicazioni tramite una singola piattaforma, e VMware Virtual SAN, che offre un’alternativa scalabile e a basso costo rispetto a una SAN hardware di tipo tradizionale.

“Abbiamo adottato le soluzioni VMware per la virtualizzazione di server, desktop e storage. Senza di esse, non avremmo potuto implementare un’infrastruttura come quella che gestiamo oggi” ha commentato Michele Bortolotti, Responsabile Ufficio gestione sistemi Università di Trento.

Fra i risultati e i benefici ottenuti grazie al progetto realizzato da VMware e dal suo Partner Kiratech ci sono il consolidamento dei server che ha permesso di razionalizzare i costi di gestione; il deployment di un desktop virtualizzato che ora risulta molto più rapido rispetto alla modalità tradizionale, la flessibilità del deployment del software che ha semplificato la gestione dell’infrastruttura e il lavoro delle persone, l'adozione di una soluzione di virtualizzazione dello storage che  ha permesso di moderare l’investimento iniziale a fronte di un’elevata scalabilità, contrariamente alle soluzioni hardware valutate.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 02 Febbraio 2016

TAG: vmware, università di trento

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store