Nel 2008 crescita del 16% del fatturato

WELLCOMM ENGINEERING

Wellcomm Engineering, system integrator italiano che opera da 15 anni nell’ambito della progettazione, realizzazione e integrazione di sistemi di telecomunicazioni e per il trattamento delle informazioni, chiude l’anno 2008 con un risultato favorevole per tutto il gruppo, nonostante la difficile congiuntura economica.

Il fatturato del Gruppo Wellcomm Engineering (che comprende le partecipate Sicab Telecomunicazioni e Security Engineering) è cresciuto del 16% rispetto al 2007, attestandosi a 14 milioni di euro.

Il mercato di riferimento principale è quello del finance, (banche, istituti di credito e assicurazioni) che richiede, in particolare, progetti per la sicurezza delle reti; seguito dai settori dell’industria e dei servizi.
Wellcomm Engineering si occupa di tutte le fasi progettuali e realizzative relative all’implementazione di reti e soluzioni calibrate sulle esigenze dei propri clienti, fino alla formazione degli operatori sul campo e ad un servizio assistenza disponibile ventiquattro ore su ventiquattro.
Per contrastare la crisi di mercato ed essere sempre più competitivi, Wellcomm Engineering ha infatti potenziato i servizi di assistenza al cliente; tra le novità, il servizio di tracciabilità dei ticket, un sistema di gestione on line delle richieste di assistenza da parte dei clienti, che possono monitorare in tempo reale lo stato della segnalazione e i tempi della sua effettiva risoluzione. Attraverso un sistema di reportistica, azienda e cliente sono sempre aggiornati sugli interventi eseguiti, sulle tempistiche e sulla situazione delle segnalazioni (ticket), in attesa o concluse.

“I risultati ottenuti da Wellcomm confermano la validità della nostra offerta - commenta Nino Marsanasco, Amministratore Delegato di Wellcomm Engineering. – Il Gruppo continua a far bene, pur operando in un clima economico difficile e con una forte pressione sui prezzi. Possiamo affermare che non ci sono stati tagli nel Gruppo, le expertise del nostro team sono alla base del valore aggiunto che siamo in grado di offrire ai nostri clienti, e il primo elemento su cui investire. Il nostro impegno è continuare in questa direzione, mantenere alto il nostro livello di specializzazione per mantenete alti gli standard di servizio.”

03 Aprile 2009