Tej Kohli: "Cloud ibrido per le Pmi del futuro"

L'INTERVISTA

Flessibilità, personalizzazione e rapidità: Avaya punta sullo storage online per il midmarket

di Andrea Frollà

Scalabilità, rapidità e sicurezza. Questo è il mix alla base delle nuove soluzioni hybrid cloud lanciate per le Pmi da Avaya, fornitore globale di sistemi di comunicazione e collaborazione. La compagnia statunitense, che a maggio 2015 ha acquisito il provider software Esna Technolgies, è convinta che il mondo enteprise sia ormai pienamente cosciente di cosa chiedere alle nuove frontiere dello storage online. "I nostri clienti vogliono essere in grado di rispondere ai bisogni specifici del proprio mercato di riferimento", spiega a CorCom Tej Kohli, vicepresidente e general manager Cloud Solutions di Avaya, sicuro che la nuova suite sarà in grado di accelerare la trasformazione digitale delle piccole e medie imprese di tutto il mondo.

La strategia di Avaya è fortemente focalizzata sulle nuove frontiere del cloud ibrido. È questo il driver della digital transformation in azienda?

Le esigenze dei nostri clienti coprono un ampio raggio, dal cloud on-premise (software installati ed eseguiti direttamente sulle machine locali, ndr) per i privati fino agli strumenti ibridi per il public cloud. Ma oggi il nostro parco clienti non ci dice più che il cloud è un’evoluzione, ma una rivoluzione di cui ha bisogno subito.

La trasformazione digitale condurrà la maggior parte dei mercati verso sviluppi ibridi, offrirà molte opportunità inedite pure cloud e numerosi clienti continueranno a chiedere soluzioni on-premise sempre più sicure e personalizzate. Sarà il ritmo individuale della digital transformation all’interno delle imprese a guidare lo sviluppo di modelli di consumo migliori e, per tale motivo, aumenterà la necessità di modelli di cloud ibridi.

Per una delle due soluzioni cloud che avete sviluppato la vostra scelta è ricaduta su Google Cloud Platform. Cosa vi ha spinto a preferire la compagnia di Mountain View agli altri competitor?

Google rappresenta un pioniere tecnologico sul versante del cloud e un partner hi-tech di primo rilievo. Si tratta di una compagnia importante tanto per il team di Avaya quanto per il nostro modello di customer engament. Le nostre soluzioni cloud sono state personalizzate per sfruttare al meglio i vantaggi delle feature che Google Cloud Platform è oggi in grado di offrire.

Qual è stato il primo feedback rispetto alle nuove soluzioni in cloud?    

La risposta è stata davvero positiva e importante, ma non abbiamo intenzione di accontentarci. Infatti, nonostante il buon feedback ottenuto finora, stiamo continuando a lavorare in tandem con i nostri partner giorno dopo giorno.

Dal vostro punto di vista, quali sono i principali vantaggi per i clienti e i partner che scelgono di sposare le nuove frontiere del cloud? Quali sono le esigenze più pressanti che arrivano dal mondo enterprise?

Il mondo enterprise sa benissimo cosa si aspetta e cosa vuole esattamente dai servizi cloud. Oggi le imprese vogliono tale tipo di soluzioni per adattarsi a esigenze e bisogni specifici dei rispettivi mercati. Vogliono sapere di poter scegliere in che modo il cloud può essere utilizzato e sfruttato, soprattutto sul versante della scalabilità e della sicurezza informatica. I clienti e i partner ci stanno scegliendo perché sanno che Avaya è in grado di offrire strumenti flessibili senza compromessi.

Noi oggi riusciamo a mettere sul piatto modelli ibridi, una scelta di partner affidabili, localizzazione e personalizzazione, consistenza e qualità. Fattori che ci consentono di garantire una business value maggiore ai nostri clienti finali. 

Quanto è stato forte l’impatto del cloud computing sulla vostra strategia di ricerca e sviluppo? Come avete reagito al boom di questi nuovi strumenti di storage?

Avaya continua ogni giorno a innovare e focalizzarsi sui vantaggi che oggi le nuove tecnologie possono offrire. Tutto il nostro team e la nostra strategia di customer engament sono stati fortemente ‘virtualizzati’. Oltre il 70% del nostro business è attualmente software-based. Presto annunceremo anche una nuova linea di prodotto interamente basata sul cloud.

Quale è stato il ruolo e l’importanza dell’acquisizione di Esna all’interno della vostra strategia globale di business?

 Avaya ha indubbiamente beneficiato dell’acquisizione di Esna sotto diversi punti di vista e oggi siamo in grado di giocare d’anticipo più di quanto non fossimo in grado di fare prima, operando con le infrastrutture di altri vendor e all’intero di esse.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 11 Marzo 2016

TAG: Tej Kohli, cloud, ibrido, avaya, pmi, google

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store