Regione Marche, 2 mln per l'innovazione

ENTI LOCALI

I fondi parte integrante del bando a supporto del trasferimento tecnologico di imprese che operano in aree svantaggiate. 34 i progetti presentati

di Federica Meta
Ricerca e innovazione, tecnologia e competitività. Sono le quattro parole chiave che caratterizzano il bando da un milione di euro che la Regione Marche ha lanciato a supporto del trasferimento tecnologico delle imprese locali.
“L’intervento, che conta su quasi un milione di euro, prevede contributi in conto capitale per favorire il trasferimento e la diffusione delle conoscenze e delle competenze tecnologiche nei processi di ricerca e sviluppo sperimentati dalle imprese artigiane e industriali ubicate nelle aree svantaggiate - si legge nella nota diffusa dalla Regione -. Una misura che si snoda attraverso la collaborazione di giovani tecnologi neo-laureati e l'utilizzo delle strutture e dei servizi specialistici forniti da partner tecnologici (università e istituti di ricerca pubblici o privati, centri servizi, parchi scientifici e tecnologici)”.

Per il bando sono stati presentati 34 progetti che prevedono il coinvolgimento di 41 Pmi, 55 giovani tecnologi e otto partner tecnologici. “Le domande presentate hanno fatto registrare un valore complessivo di investimenti pari a circa 14,4 milioni – precisa il comunicato -. Le idee progettuali presentate riguardano prevalentemente efficienza energetica e fonti di energia rinnovabili, nuovi materiali e nuovi processi produttivi, tecnologie informatiche e della comunicazione, domotica”.
Oltre al milione di euro sul piatto l’amministrazione regionale ne ha messo a disposizione un altro per ampliare di altre 12 unità il numero dei beneficiari originariamente individuati.

22 Marzo 2010