Browser, Opera raddoppia con il ballot screen

BROWSER

Il navigatore nordeuropeo dichiara il 100% in più di download. Explorer perde il 2,5% in Francia, l'1,3% in Italia e l'1% in Gran Bretagna

di Davide Lombardi
Ballot screen, primi effetti per Internet Explorer che registra un calo nelle quote di mercato dei principali paesi europei. Secondo la società di statistiche Web Statcounter nelle navigazioni del mese di marzo Explorer è scesa, rispetto al mese di febbraio, del 2,5% in Francia, dell’1,3% in Italia e dell’1% in Gran Bretagna.

Sono gli effetti della liberalizzazione dei browser. Dopo un lungo braccio di ferro con l’Antitrust europeo, Microsoft ha dovuto cedere individuando la soluzione del ballot screen, una schermata che si apre su tutti i computer con sistema operativo Windows Xp o Windows Vista e che consente agli internauti di scegliere fra 12 browser quello che preferiscono per navigare.

Dal 2 marzo, data di lancio del ballot screen, registra un clamoroso raddoppio di download il browser norvegese Opera. In  forte crescita anche Mozilla, secondo browser al mondo. “Abbiamo visto un aumento significativo nel numero di utenti di Firefox come risultato della Ballot Choice - dice un portavoce Mozilla -, e ci aspettiamo che questi numeri crescano mentre Ballot Choice si diffonde ampiamente in tutti i Paesi”.

22 Marzo 2010