Incentivi, Aires: grave l'esclusione di tv e decoder

CONSUMER ELECTRONICS

Rischi di effetti limitati sull'incremento dei consumi 2010 secondo l’associazione dei rivenditori di elettrodomestici e elettronica

Incentivi anti-crisi: saranno efficaci? Se lo chiede Aires (l’associazione italiana dei rivenditori di elettrodomestici e elettronica di consumo: quota di mercato oltre il 60%, 1.800 punti vendita) che si dice sorpresa dall’esclusione “di alcuni prodotti di elettronica di consumo e in particolare dei prodotti informatici. L’informatizzazione - scrive l’associazione - è oggi uno dei temi di grande priorità, oltre ad essere uno dei principali passaggi per la ripresa economica”.

Esclusi dai benefici, fa notare poi Aires, anche i televisori e gli apparecchi correlati, in particolare decoder, “proprio nel momento in cui la nazione sta affrontando il passaggio al digitale terrestre (previste agevolazioni regionali molto restrittive)”.

Difficile dunque, scrive l’associazione, capire a priori se il provvedimento potrà effettivamente avere effetti di stimolo ai consumi nei settori di competenza. Anche “il budget messo a disposizione dei consumatori per gli acquisti di elettrodomestici di 50 milioni (110 milioni complessivi per i settori dei mobili e degli elettrodomestici) potrebbe essere esaurito piuttosto rapidamente. Difficilmente questa cifra consentirà un sostegno prolungato agli acquisti degli italiani. Il rischio è che l’effetto complessivo sull’incremento dei consumi nel 2010 sia molto limitato”.

22 Marzo 2010