Cmcs, la prima volta degli Emirati Arabi in Italia

JOINT VENTURE

Collaboration Management and Control Solutions, azienda con sede a Dubai, dà il via a Roma a una joint venture con Edoardo Narduzzi. Obiettivo: conquistare il mercato in espansione delle soluzioni di portfolio management

di Enzo Lima
Gli Emirati Arabi Uniti (Uae) alla conquista dell’Italia. Collaboration Management and Control Solutions (Cmcs), azienda con sede a Dubai fornitrice di soluzioni Ppm (project portfolio management), ha annunciato l’apertura di una joint venture con sede a Roma, Cmcs Italia. Si tratta delle prima volta che un’impresa Uae investe in Italia. La società nasce dalla collaborazione tra Cmcs e l’imprenditore italiano, Edoardo Narduzzi.

"Il nostro obiettivo è quello di diventare uno dei principali operatori in Italia – spiega Narduzzi –. Un mercato, quello italiano, strategico per Cmcs in Europa e che farà da apripista verso altri mercati come Spagna, Grecia, Portogallo, Francia, Slovenia, Albania, Austria e Svizzera. Offriremo ai clienti italiani tariffe competitive nel campo della formazione specializzata”.

Nello specifico Cmcs, che fornisce soluzioni avanzate di Ppm a più di soluzioni 1.400 clienti, è rappresentante autorizzato della Linea Primavera di Oracle nonché di Hard Dollar, Deltek, EcoSys, ADePT, eTimeMachine e Synchro.
“La nostra strategia di espansione risponde alle esigenze di un mercato, come quello italiano, dove l’offerta di Ppm non risponde alla crescita esponenziale della domanda di queste soluzioni da parte delle aziende e del governo impegnati a modernizzare l’infrastruttura”, puntualizzaBassam Samman, fondatore di Cmcs e presidente di Cmcs Italia.

24 Marzo 2010