Funzionalità di eCall nei moduli automotive

TELIT WIRELESS SOLUTIONS

Telit Wireless Solutions, azienda attiva nelle soluzioni per la comunicazione Machine-to-Machine (M2M), e controllata da Telit Communications Plc, ha implementato con successo le funzionalità eCall inband modem nel proprio modulo Ge864-Quad-Automotive V2. ECall è il sistema, scelto dall’Unione Europea per le chiamate di emergenza veicolari paneuropee che riduce sensibilmente i tempi di risposta dei servizi d’emergenza. I clienti di Telit nei settori della telematica e dell’automotive in tutto il mondo potranno beneficiare delle funzionalità eCall integrate in tutti i moduli Ge864-Quad-Automotive V2, la soluzione globale più conveniente attualmente disponibile sul mercato.

L’integrazione della funzionalità dell’inband modem per i sistemi di sicurezza veicolari (Ivs - in vehicle system) nel modulo Telit Ge864-Quad Automotive V2 segna una svolta fondamentale per le attività di ricerca e sviluppo Telit. L’Etsi (European Telecommunications Standards Institute) ha standardizzato i patterns eCall che sono stati decodificati con successo dal modulo Ge864 attraverso un canale di downlink simulato e, successivamente, sono stati demodulati dal dispositivo.

“Telit può vantare una storia di successo nello sviluppo di soluzioni innovative M2M per il settore dell’automotive, dimostrata dalle numerose applicazioni brevettate e dalle certificazioni ottenute come, ad esempio, la Iso/Ts16949. Ci proponiamo di contribuire alla trasformazione delle automobili in veicoli sicuri, intelligenti e connessi in rete. Le nostre continue attività di ricerca e sviluppo per il progetto eCall sono una parte sostanziale di questa visione. Ci siamo impegnati moltissimo negli scorsi anni per lo sviluppo e il supporto dell’inband modem per il progetto eCall per dare il nostro contributo al comune obiettivo di salvare delle vite sulla strada”, ha detto Dominikus Hierl, Managing Director Strategic Accounts & Corporate Business Development di Telit Communications Plc. “Il nostro apprezzato modulo Ge864-Quad-Automotive è dotato delle funzionalità eCall e questo consentirà alle aziende produttrici di automobili di integrarle in tutti i veicoli”.

Secondo Juniper Research l’automotive rimane l’area più promettente nel mercato M2M nonostante l’attuale situazione di congiuntura economica. L’implementazione del progetto eCall è il driver principale di questa crescita. Nell’Unione Europea circa 40.000 persone perdono la vita ogni anno e più di 1.2 milioni rimangono ferite. La perdita economia causata dagli incidenti stradali è stimata in circa 160 miliardi di Euro ogni anno. ECall potenzialmente può salvare 2.500 vite e circa 26 miliardi di Euro all’anno in tutt’Europa.

La chiamata eCall può essere effettuata manualmente oppure automaticamente grazie all’attivazione dei sensori presenti nel veicolo. In caso d’incidente viene stabilita automaticamente una chiamata d’emergenza al numero 112 via rete cellulare. Il sistema veicolare che consente la chiamata eCall creerà quindi una connessione voce 112 con il più vicino Psap (Public Safety Answering Point). Inoltre l’operatore Psap potrà ricevere, oltre alla telefonata, anche un trasferimento dati minimo che include luogo, ora e descrizione del veicolo.

Il forum eSafety, un’iniziativa congiunta tra la Commissione Europea e le principali industrie e altri stakeholders, ha promosso l’introduzione dello standard eCall e di tutti i principali requisiti connessi. Il 2010 segna l’inizio della fase pilota del progetto in cui saranno coinvolti tutti gli stakeholders). La Commissione Europea prevede una completa implementazione del progetto entro il 2014. L’attuale situazione finanziaria ha costretto alcuni stati dell’Unione Europea a ritardare l’inizio della sperimentazione.

30 Marzo 2010