Dd 880 raddoppia lo storage

EMC

Emc, specializzato nelle soluzioni e tecnologie per la gestione dell’infrastruttura informativa, annuncia che Emc Data Domain Dd880, il noto sistema a controller singolo per le grandi aziende, raddoppia la sua capacità massima offrendo supporto fino a 7,1 petabyte di storage logico.
Emc introduce inoltre il software Emc Data Domain Encryption, la prima soluzione di crittografia dei dati ‘at rest ’ per i sistemi di deduplicazione dello storage. Questa opzione software protegge i dati aziendali nel caso di furto o perdita di dischi e sistemi.

Il software Emc Data Domain Replicator è stato anch’esso potenziato con nuove funzionalità tra cui la topologia di replica di directory ‘one-to-many’ e un’avanzata ottimizzazione dell’ampiezza di banda per Wan limitate e siti di piccole dimensioni, migliorando l’efficienza di banda fino al 100 per cento. Insieme a miglioramenti in termini di prestazioni e capacità, queste funzionalità potenziano ulteriormente la leadership di Emc nel backup basato su disco e offre un valore significativo ai clienti.

Il nuovo Dd880 offre fino a 7,1 Pb di storage logico, una capacità doppia rispetto a quella della sua introduzione a metà del 2009, assicurando agli utenti maggior consolidamento di backup e disaster recovery (Dr), semplificando ulteriormente la gestione e riducendo le spese operative.
Gli amministratori possono avvalersi della capacità aggiuntiva per consolidare fino a 180 job di backup contestuali o estendere il periodo di conservazione quando utilizzato come target di replica per un numero massimo di 180 uffici remoti. La maggiore capacità minimizza ulteriormente l’ingombro fisico, l’energia e il raffreddamento richiesti per proteggere grandi quantità di dati in data center primari o in siti Dr.

Data Domain Encryption è una nuova opzione software che offre la prima soluzione di crittografia dei  dati ‘at rest’ su storage di deduplicazione, permettendo alle aziende di aumentare la sicurezza dei loro dati e facilitare il superamento di audit. Dd Encryption si integra con il processo di deduplicazione inline ad alta velocità di Data Domain e offre all’administrator la possibilità di selezionare algoritmi Aes (Advanced Encryption Standards) a 128 o 256 bit per cifrare tutti i dati prima della scrittura su disco. Con un approccio inline, i dati non risiedono mai in uno stato vulnerabile, non cifrato sul sottosistema.
Questa funzionalità opera con tutti i protocolli e le opzioni software Data Domain e può essere utilizzato con Dd Replicator per inviare dati cifrati via Wan. I file che rimangono sul disco in un formato non-riscrivibile e non cancellabile, come archivio di lungo termine utilizzando il software Emc Data Domain Retention Lock, possono anch’essi essere cifrati.

Dd Replicator è ora in grado di supportare una nuova topologia di replica di directory ‘one-to-many’ che permette agli utenti di inviare copie multiple di dati su diversi siti di Dr. In questo modo si elevano i livelli di protezione e gli amministratori hanno la possibilità di replicare in modo affidabile ed efficace lo stesso contenuto in aziende distribuite per attività di Qa, test, sviluppo, formazione e altro. Inoltre, per aziende che dispongono di sistemi Data Domain di piccole dimensioni che replicano su sistemi hub più grandi su reti a ridotta ampiezza di banda, Dd Replicator può ridurre ulteriormente la quantità di dati da inviare utilizzando una funzionalità di ottimizzazione della banda.

Questa procedura riduce la banda del Replicator, che invia solo dati compressi e deduplicati fino al 100%, sfruttando una nuova tecnologia di compressione delta. L’introduzione della topologia di replica ‘one-to-many’ e l’ottimizzazione della banda confermano la capacità di Emc di fornire le soluzioni di disaster recovery multi-sito per dati di backup e archivio più flessibili, sofisticate e network-efficient del mercato. Queste funzionalità sono comprese nella più recente versione del software Dd Replicator. Gli utenti di sistemi Data Domain che hanno acquistato la licenza Dd Replicator e dispongono di un contratto di supporto possono passare gratuitamente alla nuova versione.

12 Aprile 2010