Niente crisi per Siav, segno più anche nel primo trimestre

Dematerializzazione

Fatturato in crescita e aumento dei dipendenti: cifre in netta controtendenza con la crisi quelle con cui Siav presenta alla stampa il nuovo amministratore delegato, Giovanni Seno. L’azienda padovana (sede a Rubàno), che sviluppa software e servizi informatici per la gestione elettronica dei documenti, è l'unica società italiana riconosciuta dagli analisti di Gartner Group nel panorama delle società di sviluppo di piattaforme software. Come ha ricordato nel corso dell'incontro milanese il presidente Alfieri Voltan, ha registrato nel 2008 un aumento di fatturato del 53% rispetto al 2007, un andamento del +14% nel primo trimestre 2009, un aumento dei dipendenti con 15 nuovi assunti nell’anno in corso.

Una tradizione nello sviluppo di piattaforme che viene da lontano. Nata nel 1990 sulla base di esperienze tecniche e di marketing dei soci fondatori con l’obiettivo di proporre soluzioni in particolari segmenti del mercato informatico, caratterizzati da elevato know-how e dall’impiego di tecnologie innovative e all’avanguardia, investe in R&S il 20% delle risorse. “Investiamo nella diffusione della cultura della dematerializzazione attraverso l'organizzazione di convegni e iniziative che coinvolgono esperti a livello mondiale - ha detto il presidente Voltan -. Il nostro settore porta vantaggi misurabili e concreti su cui c’è oggi convergenza di interessi, soprattutto da parte del cittadino, che è alla base della nostra crescita".

Specialista del settore in Italia per numero di collaboratori (oltre 250) e di installazioni (circa 3mila), conta oltre 150mila utenti dei propri sistemi nei settori della Pubblica amministrazione, delle medie e grandi aziende e dei beni culturali. Nell'ambito dell'outsourcing Siav offre servizi e soluzioni informatiche per la scansione e la lettura ottica, la gestione dei flussi informativi e dei processi di lavoro, sviluppo di soluzioni OCR/ICR, supporto tecnico software e hardware.

07 Aprile 2009