Malwarebytes compra la startup umbra Saferbytes

MALWAREBYTES

Malwarebytes, società californiana specializzata in sicurezza informatica, ha comprato la startup italiana Saferbytes, fondata da Marco Giuliani, specializzata nella protezione delle aziende dagli attacchi di malware e virus non rivelati dai sistemi tradizionali di protezione dei sistemi. La società americana, si legge nella nota ufficiale dell'accordo, integrerà le soluzioni anti-malware di Saferbytes nel proprio pacchetto di sicurezza dedicato alle aziende. Per Malwarebytes l'acquisizione sarà un modo per "far crescere a livello globale il mercato potenziale dell'azienda".

Fondata nel 2012 a Perugia, Saferbytes è conosciuta sul mercato per la sua piattaforma Deepviz, che analizza le minacce malware in tempo reale per i clienti, individuando e neutralizzando le minacce. "Il nostro compito è quello di tenere i nostri clienti al sicuro dai più pericolosi attacchi informatici, migliorando le nostre tecnologie giorno dopo giorno" afferma Marcin Kleczynski, Ceo di Malwarebytes. "L'acquisizione di Saferbytes in questo senso è un passo cruciale per poter incrementare e migliorare la nostra offerta ed espandere la nostra posizione globale - prosegue - Siamo rimasti molto impressionati da quello che la società saferbytes ha costruito".

Malwarebytes, fondata nel 2008 a Santa Clara, ha raccolto finanziemnti per 80 milioni di dollari in due round di investimento tra il 2014 e il 2016. Soldi che l'hanno posizionata tra i leader mondiali della sicurezza informatica, ora in condizioni di poter operare in acqusizioni chiave per rafforzarsi sul mercato.

"Ho sempre apprezzato e ammirato l'azienda americana per essere stati in grado di costruire una delle soluzioni anti-malware attualmente più popolari sul mercato - afferma Marco Giuliani - Sin dal primo momento che ho incontrato i dirigenti Malwarebytes ho capito che condividiamo la stessa visione nel poter costruire insieme quelle tecnologie che ci permetteranno di proteggere al meglio i nostri clienti".

Si tratta della seconda acquisizione in due giorni di una startup italiana da parte di un'azienda americana. Il 7 febbraio Hootsuite, uno degli strumenti più usati al mondo per la gestione dei social, ha comprato AdEspresso, italiana ma con sede in Silicon Valley. Una conferma per l'ecosistema dell'innovazione italiana, cresciuto negli ultimi anni ma ancora povero di finanziamenti (200milioni nel 2016).

©RIPRODUZIONE RISERVATA 09 Febbraio 2017

TAG: Malwarebytes, Saferbytes, Deepviz, Marco Giuliani, Marcin Kleczynski, Hootsuite

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store