Outsourcing: fra i big player avanzano i provider indiani

ANALISI

Nel ranking dell'Iaop, per la seconda volta Accenture si è aggiudicata la medaglia d'oro dei fornitori e Tpi quella degli advisor. Molti i posti occupati da aziende asiatiche

di Patrizia Licata
Per il secondo anno consecutivo, Accenture guadagna la pole position nella classifica mondiale dei 100 più importanti fornitori di servizi di outsourcing, mentre Tpi ottiene il primo posto nella lista dei principali advisor. Il riconoscimento viene dall’Associazione internazionale dei professionisti dell’outsourcing (Iaop), che redige ogni anno la Global Outsourcing 100.

La classifica, realizzata da un panel indipendente, ha lo scopo di aiutare le società a confrontare e selezionare i migliori fornitori di servizi, analizzati dal punto di vista qualitativo attraverso 18 criteri di valutazione. I leader di entrambe le classifiche (provider e advisor) possiedono le migliori referenze clienti, ma anche le più alte capacità manageriali, performance e competenze “in due segmenti industriali che stanno diventando sempre più strategici e utilizzati per le attività ad alto valore basate sulla conoscenza”, sottolinea l’Iaop.

"Le aziende di tutto il mondo guardano la classifica Global Outsourcing 100 prima di programmare gli acquisti”, secondo Michael Corbett, presidente di Iaop e direttore del panel di giudici che redige la classifica. “Le prime posizioni vengono assegnate a organizzazioni che aiutano i clienti dei loro servizi a realizzare il massimo del valore e di flessibilità nel business e una struttura di costo più efficiente che li rende più forti nel lungo termine”.

Nella categoria “Leaders”, che ha preso in considerazione compagnie con oltre 50 milioni di dollari di revenue o più di 5.000 dipendenti, i primi 10 player includono aziende non solo americane ed europee ma anche indiane, in posizioni di spicco. Nell’ordine sono: Accenture (Usa, numero 1); Infosys Technologies (India, 2); Sodexo, (France, 3); Wipro Technologies (India, 4); Ibm (Usa, 5); Iss (Danimarca, 6); Tata Consultancy Services (India, 7); Aramark, (Usa, 8); Csc (Usa, 9); e Convergys (Usa, 10).

La categoria Rising Stars segnala invece le aziende che, pur occupando posizioni più arretrate nella classifica, stanno crescendo a ritmi molto veloci e rappresentano player dell’outsourcing molto interessanti da tenere d’occhio. Ecco le prime dieci: Scicom (Malesia, 76); Ci&T (Brasile, 77); CIeNet International (Cina, 78); Xceed (Egitto, 79); Itransition (Uk, 80); Grupo Prominente (Argentina, 81); InterGlobe Technologies (India, 82); Globant (Argentina, 83); Mera Networks (Russia, 84); e Intetics (Usa, 85).

Infine la top ten degli advisor vede classificate nell’ordine: Tpi, EquaTerra, Alsbridge, Kpmg, Kirkland & Ellis, Quint Wellington Redwood, Morrison & Foerster, Baker & McKenzie, Gartner e Booz & Company.

27 Aprile 2010