Nasce il consorzio dell'Ict italiano. Riflettori sulle reti del futuro

PROGETTI

Selex Communications (Finmeccanica) e l'università di Firenze battezzano il Consorzio per le Tecnologie dell'Informazione e Comunicazione per promuovere attività di ricerca e progetti mirati anche in sinergia con altre università e laboratori di ricerca in Italia e all'estero

di Federica Meta
Selex Communications e Università di Firenze “sponsor” dell’Ict italiano. Nasce infatti TICom, il Consorzio per le Tecnologie dell’Informazione e Comunicazione, con lo scopo di promuovere attività congiunte di ricerca scientifica e tecnologica nel settore dell’Information & Communication Technology, con particolare riguardo ai sistemi e alle reti di telecomunicazioni e per la difesa e sicurezza. La “sigla” sull’intesa è stata messa da A Paolo Piccini, direttore generale di Selex Communications, e Alberto Tesi, rettore dell’Università di Firenze.

Il consorzio, frutto della collaborazione avviata negli ultimi anni fra la società di Finmeccanica, e Università degli Studi di Firenze, favorirà, inoltre, le sinergie interdisciplinari con altri atenei ed enti di ricerca - sia pubblici che privati, in Italia e all’estero - finalizzate alla partecipazione a programmi dell’Unione Europea o di altri organismi.

Altro obiettivo di TICom è quello di sostenere - attraverso il finanziamento di borse di studio, tirocini e dottorati di ricerca – la formazione di personale altamente qualificato per la ricerca universitaria e industriale.
Il consorzio, che avrà sede presso lo stabilimento di Selex Communications a Firenze, sarà presieduto da Romano Fantacci, professore ordinario di Reti di Telecomunicazioni presso la Facoltà di Ingegneria dell'ateneo fiorentino. Direttore generale sarà Luca Piccinocchi, Value Added Solutions Manager di Selex Communications.

L’impegno nel consorzio rafforza la presenza dell’azienda nel territorio fiorentino. Sono infatti più di 400 i dipendenti Selex Communications che operano presso lo stabilimento di Firenze, da oltre 50 anni centro di eccellenza per la progettazione, lo sviluppo e la produzione di soluzioni per le comunicazioni sicure per la Forze di Polizia, gli enti regionali, i servizi di emergenza e di protezione civile, i settori dei trasporti, delle utilities e del controllo del traffico aereo. L’azienda vanta inoltre una presenza radicata sul territorio, con un totale di 630 addetti in tutta la regione Toscana.

05 Maggio 2010