Soluzioni di accesso remoto per le workstation

FUJITSU TECHNOLOGY SOLUTION

Fujitsu Technology Solutions ha presentato una nuova soluzione di accesso remoto per l'intera gamma di workstation CELSIUS: tutti i modelli sono ora disponibili con la tecnologia PC-over-IP™. Questo significa che i sistemi possono essere integrati in un modello di centralizzazione desktop; ad esempio, se la workstation si trova presso il Data Center o la server room dell'azienda, l'utente ha ora la possibilità di accedervi tramite un portale CELSIUS Remote Access direttamente dalla propria scrivania o da qualsiasi punto in cui si trovi. Utilizzando una normale connessione di rete IP, come LAN o WAN, l'utente può visualizzare e modificare dati, accedere all'intero set di funzionalità grafiche e utilizzare il proprio spazio di lavoro senza alcuna limitazione.

La tecnologia CELSIUS Remote Access si avvale di una host card CELSIUS Remote Access per ogni workstation e di CELSIUS Remote Access, un dispositivo collocato sul desktop dell'utente, dalle ridotte dimensioni: 0,86 kg, 22,6 cm di altezza e 4,5 cm di larghezza. L'utente può così utilizzare tutte le funzioni di calcolo e di grafica senza avere accanto a sé la stazione di lavoro.

Questo tipo di soluzione garantisce vantaggi simili anche a coloro che operano in ambienti virtualizzati: funzioni come lo storage dei dati e l'amministrazione del sistema non vengono gestite localmente, bensì a livello di Data Center. Questo significa che le aziende sono meno esposte a virus e a perdita dei dati e che l'utente non ha accesso all'hard disk. I sistemi, inoltre, in questo modo sono al riparo da danneggiamenti o furti.

La tecnologia CELSIUS Remote Access è particolarmente indicata per quegli ambienti in cui collaborano diversi service provider su dati aziendali riservati. Questo sistema è ideale, per esempio, nel caso di un'azienda che stia lavorando a un progetto di sviluppo che coinvolge contemporaneamente diversi studi di design e società di ingegneria. Tutti i service provider coinvolti, si trovino essi a New York, a Milano o a Tokyo, possono visualizzare i dati ma non copiarli, cancellarli né modificarli; in questo modo si protegge la proprietà intellettuale. Inoltre, il sistema semplifica le dinamiche di collaborazione fra fornitori o fra dipendenti che si trovano in Paesi con leggi doganali complesse: i dati infatti non attraversano i confini, nemmeno quelli virtuali, restando al contrario archiviati centralmente nel Data Center. La tecnologia CELSIUS Remote Access è anche la soluzione ideale per workstation remote convenzionali e per progetti di design in outsourcing che richiedono elevate prestazioni grafiche.

La host card CELSIUS Remote Access può essere facilmente integrata nelle unita esistenti. La card codifica l'intero ambiente desktop e ne esegue il trasferimento in tempo reale verso il portale desktop CELSIUS Remote Access attraverso una rete IP, come ad esempio una LAN aziendale. Ciascun utilizzatore di un sistema PC-over-IP™ beneficia appieno delle prestazioni e dell'esperienza utente del PC, sfruttando allo stesso tempo i vantaggi offerti dagli ambienti di elaborazione centralizzati.

L’unita di Remote Access è predisposta alla connessione di due display. La connessione con la workstation supporta Dual DVI con una risoluzione 1920x1200, rispondendo ai più elevati standard di grafica. L’unità non richiede alcun driver né sistema operativo ed è estremamente efficiente anche sul fronte del consumo energetico; tutte le applicazioni girano esattamente come sul computer originale.

"Fujitsu Technology Solutions utilizza la tecnologia CELSIUS Remote Access per soddisfare le richieste di un ambiente di business flessibile e globale, estendendo le possibilità applicative anche ai settori della progettazione
e dello sviluppo”, ha sottolineato Giuseppe Magni, Marketing Director di Fujitsu Technology Solutions. “L'elaborazione centralizzata rappresenta una scelta sicura e altamente efficiente in grado di garantire, anche tramite accesso remoto, tutte le prestazioni tipiche del desktop e la massima sicurezza".

09 Aprile 2009