Capgemini punta su Torino e "raddoppia" la sede

BUSINESS

Inaugurata la location dedicata ai servizi di application management. Via alla campagna di recruiting: si cercano neolaureati ma anche figure senior

di Marino Petrelli
Capgemini raddoppia la sua presenza su Torino. La società leader mondiale nella consulenza, information technology e outsourcing, apre una nuova sede al numero 75 di Lungo Dora Colletta che si affiancherà a quella attuale in via Gioberti. Con l’apertura della nuova sede salgono così a 4 le “factories” presenti sul territorio italiano, dopo quelle di Stezzano, in provincia di Bergamo, La Spezia e Roma.

Il nuovo ufficio offrirà ai clienti servizi dedicati di application management per i quali ha già avviato un’intensa campagna di recruiting, in linea con quella lanciata a livello nazionale nei primi mesi dell’anno. Le figure ricercate, almeno 50, sono neolaureati con laurea specialistica in ingegneria gestionale ed economia aziendale, profili junior con 1-2 anni di esperienza maturata su sistemi integrati (Sap, MS Axapta e Oracle), e figure senior con esperienze su progetti/servizi di maintenance in contesti multinazionali. Per candidarsi basta cliccare su www.capgemini.it dove le diverse opportunità vengono aggiornate in tempo reale. Soddisfatto della scelta è Daniele Munari, vice-president business strategy leader di Capgemini Italier, secondo il quale “per come evolve il mercato dell’Ict vale la pena investire in un territorio ricco di risorse professionali, come quelle prodotte dal Politecnico e dall’Università degli Studi di Torino”.

Dal 25 al 27 maggio, Capgemini sarà presente, in qualità di platinum sponsor, al Torino software & system meeting (Tosm). L’evento, promosso dalla Camera di commercio di Torino e dal Gruppo Ict dell’Unione industriale di Torino, con il contributo organizzativo della Fondazione Torino Wireless e con il patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Torino e del Comune di Torino, è un appuntamento autorevole per le aziende It e Ict, produttrici e fornitrici di innovazione che hanno l’obiettivo di identificare nuove soluzioni per mantenere e acquisire competitività. L’azienda sarà presente al convegno di apertura (25 maggio, ore 10) con la presenza di Daniele Munari. Altri impegni di Capgemini al Tosm saranno il 26 maggio, nell’ambito del convegno “Amministrazioni, imprese e cittadini digitali” dove sarà presente Pasquale Maroni, principal consultant pa; il 27 maggio nell’incontro “Infrastrutture e servizi innovativi per la digital economy” (interverrà Massimo Boano, vice president divisione technology) e, sempre lo stesso giorno, ci sarà la presenza di Grazia Calorio, vice president Mid-market leader, che parlerà all’interno della tavola rotonda “Soluzioni gestionali innovative per la reale competitività delle imprese”.

24 Maggio 2010