Nel 2008 93% degli attacchi mirato al settore finanziario

INTERNET SECURITY

Secondo il “2009 Verizon Business Data Breach Investigations Report” (DBIR) pubblicato oggi, nel 2008 si è registrato un maggior numero di violazioni ai danni di archivi elettronici, rispetto ai quattro anni precedenti, a causa di attacchi mirati al settore dei servizi finanziari e di un forte coinvolgimento della criminalità organizzata.

Questo secondo studio annuale – basato sull’analisi effettuata da Verizon Business su 285 milioni di dati compromessi in 90 violazioni accertate – ha rivelato che nel 2008 le aziende sono state vittime di crimini elettronici molto più che negli anni precedenti. Il 93 percento dei dati compromessi lo scorso anno apparteneva al settore finanziario e un impressionante 90 percento delle violazioni di tali dati ha visto il coinvolgimento di gruppi identificati dalle forze dell’ordine come appartenenti al crimine organizzato.

Gli esperti di Verizon Business hanno trovato, così come era successo per il primo studio in cui erano stati vagliati 230 milioni di dati compromessi dal 2004 al 2007, che circa 9 violazioni su 10 potevano essere evitate rispettando misure base di sicurezza. Per evitare tali violazioni non sarebbero stati necessari complicati e costosi controlli preventivi. La relazione del 2009 conclude che errori e sviste nella sorveglianza minano gli sforzi in ambito sicurezza più che la mancanza di risorse al momento della violazione stessa.

Analogamente a quanto rilevato dal primo studio, anche in quest’ultimo si è visto che gli attacchi altamente sofisticati rappresentano solo il 17 percento del totale, ma sono tuttavia responsabili del 95 percento delle violazioni: ciò dimostra che hacker motivati sanno dove e a cosa mirare.

“Nel 2008 è aumentata drammaticamente la quantità di informazioni sensibili compromesse ed è giunto davvero il momento di prestare attenzione alla sicurezza aziendale” ha dichiarato il Dr. Peter Tippett, Vice President of Research and Intelligence di Verizon Business Security Solutions. “Questo studio dovrebbe servire da monito evidenziando che oggi soluzioni di sicurezza accurate e un approccio proattivo sono di primaria importanza nella gestione di un’azienda, soprattutto in una difficile situazione economica che potrebbe provocare un ulteriore aumento delle attività criminali.”

15 Aprile 2009