Anie: gare separate per gli appalti tecnologici

NORME

Il presidente Guidi: "Subito un tavolo ministeriale per definire una modifica del Codice degli appalti"

Una modifica del Codice degli Appalti. La chiede il presidente di Confindustria Anie, Guidalberto Guidi, commentando l'odierno Consiglio dei ministri e, in particolare, l'approvazione del Regolamento di attuazione del Codice dei Contratti pubblici. Guidi auspica che ''si possa aprire un tavolo di lavoro ministeriale per definire una modifica del Codice che consenta alle stazioni appaltanti di procedere con gare separate per l'affidamento delle lavorazioni tecnologiche. Ciò per tutelare le imprese che possiedono una specifica e adeguata qualificazione nel caso partecipino ad appalti complessi e multidisciplinari''.

''Le attività delle aziende che offrono tecnologie ai committenti dei settori speciali - prosegue Guidi in una nota collegata all'approvazione del Regolamento di attuazione del Codice dei Contratti pubblici - hanno un elevato grado di specializzazione per assicurare in comparti strategici (per esempio trasporti ferroviari e reti energetiche) il rispetto di elevati standard di qualità e sicurezza. In questo campo il sistema di qualificazione delle imprese deve valorizzare le capacità tecniche e tecnologiche dell'impresa chiamata ad eseguire le lavorazioni specialistiche''.

18 Giugno 2010