Italtel, De Julio: "E' fatta. Sono sereno sui finanziamenti"

LA CRISI

Ma ai sindacati non basta. Sciancati (Fiom): "Non condividiamo il piano dell'azienda perché non consente il rilancio e conferma gli esuberi"

di Enzo Lima
'E' praticamente fatta''. Non ci sono date ma l'amministratore delegato di Italtel, Umberto De Julio, ha detto ai sindacati che non ci saranno problemi e si è dichiarato ''sereno sui rifinanziamenti'' da parte delle banche. A riferirlo i sindacati al termine dell'incontro "Dai problemi costruiamo il futuro, il rilancio'" che si è tenuto stamattina a Milano e a cui hanno partecipato i vertici delll'azienda e molte voci della politica e dell'amministrazione locale.
''De Julio ha ribadito che il piano industriale c'è e ha confermato gli esuberi - spiega Maria Sciancati, segretario generale Fiom Milano - mentre si è dichiarato sereno sui rifinanziamenti''. Secondo i sindacati però proprio l'accordo con le banche dovrebbe portare a un nuovo piano. "Servono scelte di politica industriale per un settore strategico come le Tlc - prosegue Sciancati - non condividiamo il piano dell'azienda (che prevede gli esuberi ndr) perchè non consente il mantenimento di Italtel e il rilancio''.

05 Luglio 2010