Italtel, ok al rifinanziamento. "Partita chiusa"

ITALTEL

Dopo Unicredit, Ge Capital e Bpm firmano per la linea di credito da 310 mln anche UbiBanca, Banco popolare e Arab Bank. Attesa i primi di agosto l'assemblea degli azionisti per il via libera definitivo

di Enzo Lima
“La partita è sostanzialmente chiusa”. Una fonte interna a Italtel conferma al Corriere delle Comunicazioni l’ok al rifinanziamento da 310 milioni di che darà nuovo ossigeno all’azienda. Secondo quanto risulta al Corriere delle Comunicazioni l’assemblea chiamata a dare il via libera formale definitivo all’operazione si terrà entro i primi di agosto.

Grazie al ruolo di mediatore di Unicredit anche le banche minori, UbiBanca, Banco Popolare e Arab Bank, hanno firmato l'accordo per il salvataggio del gruppo. Le banche coinvolte nel rifinanziamento al 2017 sono Unicredit, Ge Capital Interbanca e Bpm, che rappresentano circa il 94% del pool dei creditori e avevano dato l'ok già a giugno. Ora si è trovato un accordo anche con Centrobanca e Banco Brescia (gruppo Ubi), Popolare Verona (Banco Popolare) e Arab Bank. La nuova linea di credito a carico degli istituti è di 310 milioni di euro, che si vanno ad aggiungere ai 70 milioni messi sul piatto dai soci industriali Telecom e Cisco.

22 Luglio 2010