No a Windows pre-installato sui Pc. Aduc vince la causa

SISTEMI OPERATIVI

Il Tribunale di Firenze rigetta l’appello di HP Italia contro la sentenza del Giudice di pace che nel 2007 aveva riconosciuto il diritto al rimborso per la licenza del sistema operativo sui computer

di Enzo Lima
L’associazione di consumatori Aduc ha vinto la causa d’appello contro HP per il rimborso del sistema operativo Windows preinstallato nei pc. Lo comunica la stessa Aduc in una nota, precisando che il Tribunale di Firenze ha rigettato l’appello della Hewlett Packard Italiana contro la sentenza del Giudice di pace che nell’ottobre 2007 aveva riconosciuto il diritto al rimborso per la licenza del sistema operativo Windows preistallato sul Pc, mai attivata.

“Non si conoscono ancora le motivazioni della sentenza - scrive Aduc nella nota - ma plaudiamo alla decisione che dà ragione ai consumatori. Si ha diritto all’acquisto esclusivo dei soli prodotti che si scelgono, si vogliono e sopratutto si conoscono. Nella fattispecie il solo pc senza il software”.
La causa di Aduc era fondata sulla clausola contenuta nella licenza d’uso del sistema operativo Microsoft che dice “qualora l’utente non accetti le condizioni del presente contratto, non potrà utilizzare o duplicare il software e dovrà contattare prontamente il produttore per ottenere informazioni sulla restituzione del prodotto o dei prodotti e sulle condizioni di rimborso in conformità alle disposizioni stabilite dal produttore stesso”. Secondo Aduc “HP si era difesa negando il rimborso in quanto il computer sarebbe stato inscindibile dal sistema operativo. Il giudice di primo grado prima, e oggi anche il Tribunale civile in secondo grado che ha confermato la sentenza, hanno accolto i nostri rilievi”. Aduc sta promuovendo anche una class action sul tema del rimborso per il sistema operativo Windows preinstallato.

28 Luglio 2010